Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :

 



RICONOSCIMENTO DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE PROTETTA ZAFFERANO DI SARDEGNA



 Ultimo aggiornamento: 18-07-2013


Cosa è?

La denominazione d'origine protetta (DOP) Zafferano di Sardegna è riservata allo zafferano essiccato in stimmi o fili che presenta le seguenti caratteristiche organolettiche: colore rosso brillante dato dal contenuto di crocina, aroma molto intenso che deriva dal contenuto di safranale e gusto deciso che scaturisce dal contenuto di picrocrocina. Lo zafferano deve, inoltre, essere privo da qualsiasi forma di alterazione o manipolazione ed essere coltivato in pieno campo secondo le tecniche indicate nel disciplinare di produzione.

La zona di produzione dello zafferano di Sardegna DOP comprende il territorio dei comuni di San Gavino Monreale, Turri e Villanovafranca, situati nella provincia del Medio Campidano.

La struttura di controllo Laore Sardegna gestisce gli elenchi. Ogni fase del processo produttivo deve essere monitorata documentando i prodotti in entrata e quelli in uscita.

La tracciabilità del prodotto viene garantita mediante registrazioni e controlli effettuati nelle seguenti fasi:
- coltivazione: iscrizione negli elenchi delle particelle catastali dichiarate dai produttori e verifica che la tecnica di coltivazione sia rispondente a quanto previsto nel disciplinare di produzione;
- raccolta: denuncia alla struttura di controllo dell'inizio dell'attività di raccolta e dei quantitativi prodotti;
- trasformazione e confezionamento: accertamento della provenienza del prodotto acquisito, identificazione del prodotto stesso e/o delle aree di immagazzinamento e/o dei recipienti nei quali viene immagazzinato e trasportato e delle attività di stoccaggio e movimentazione delle partite oltre che delle modalità di conservazione.

Ogni soggetto che intende produrre per la denominazione Zafferano di Sardegna, quindi, deve far pervenire la propria adesione al sistema dei controlli a Laore e confermarla ogni anno. In caso di rinuncia o di cessazione dell'attività, gli operatori devono inviare le apposite comunicazioni (vedi campo modulistica).

Chi può presentare la domanda?

- agricoltori che conducono terreni coltivati a zafferano;
- trasformatori che svolgono attività di mondatura o sfioritura (operazione manuale con la quale si separa la parte di colore rosso aranciato degli stimmi) ed essiccazione dello zafferano;
- confezionatori che preparano e confezionano il prodotto finito.

Cosa serve per poter partecipare?

Operare nei comuni di San Gavino Monreale, Turri e Villanovafranca.

Termini di conclusione del procedimento

Agricoltori: 60 giorni; trasformatori e confezionatori: 90 giorni.

Termini per la presentazione

L'adesione al sistema di controllo e la conferma annuale devono essere presentate entro il 5 settembre di ogni campagna agricola.

Eventuali variazioni ai dati relativi alla domanda di assoggettamento devono essere comunicate entro 15 giorni dal verificarsi dell'evento.

La rinuncia di adesione al sistema di controllo deve essere comunicata a Laore entro il 5 ottobre della campagna agricola in corso.

Quale documentazione devi presentare?

Domanda di adesione da inviare a Laore Sardegna, via Caprera n. 8 - Cagliari.

Costi

Il costo per gli operatori è così articolato:
- una quota fissa per la verifica d'ammissibilità al sistema dei controlli da versare solo il primo anno (10 euro + Iva), da versare al momento della domanda di adesione al sistema dei controlli;
- una quota fissa annuale di mantenimento (10 euro + Iva), da versare al momento della domanda di adesione al sistema dei controlli;
- due quote fisse per azienda al momento della richiesta di campionamento, prelievo (20 euro +Iva) e analisi chimica (55 euro + Iva), da versare al momento della richiesta di campionamento;
- una quota variabile commisurata all'elemento da verificare (8 euro + Iva ogni 100 grammi o frazione di prodotto certificato), da versare al momento del rilascio del certificato di idoneità.

Prestazioni aggiuntive:
- tariffa di verifica ispettiva (10 euro + Iva);
- rimborso forfetario per spese di trasferta (50 euro + Iva);
- analisi di laboratorio.

Dove rivolgersi

Ufficio: Laore Sardegna - Autorità pubblica di controllo
Via Caprera n. 8 - Cagliari
Fax: 070 6026 2321; 070 6026 2322

Ufficio: Referenti: Andrea Sunda - tel. 070 6026 2368; Antonietta Perino - tel. 070 6026 2146.

torna all'inizio del contenuto