Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :

 



CENSIMENTO E ISCRIZIONE ALL'ELENCO REGIONALE DEI RISTORANTI TIPICI DELLA SARDEGNA



 Ultimo aggiornamento: 18-10-2016

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoN.A.
TIPOLOGIA
Iscrizioni, Registri, Graduatorie Iscrizioni, Registri, Graduatorie
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

La Regione Sardegna, attraverso il progetto di riconoscimento, valorizzazione e promozione dei ristoranti tipici della Sardegna intende valorizzare la ristorazione tradizionale e, attraverso di esso, lo sviluppo di un’azione forte di tutela delle culture gastronomiche del territorio.

Tra i presupposti del progetto:
- la riscoperta della tradizione gastronomica della regione;
- la qualità del servizio offerto ai consumatori;
- la promozione e tutela delle produzioni tipiche locali;
- il rispetto della normativa di settore con particolare riferimento all’igiene e alla sicurezza alimentare.

Il percorso si avvierà con il censimento dei ristoranti che dovranno ottenere il riconoscimento di "ristorante tipico". Il censimento verrà effettuato sulla base delle richieste di riconoscimento formulate dagli imprenditori.

Le domande di iscrizione presentate dagli imprenditori saranno esaminate dall'Assessorato del Turismo che, in caso di esito positivo, saranno iscritte all'elenco e riceveranno successivamente l’attestazione e la targa.

L'elenco sarà pubblico e verrà utilizzato dall'Assessorato nelle forme e secondo le modalità ritenute di volta in volta idonee per perseguire gli obiettivi di rilancio e rivitalizzazione del settore (divulgazione via web anche attraverso i portali regionali, promozione e divulgazione dell’iniziativa su giornali, riviste specializzate nazionali ed estere, messa in rete dei “ristoranti tipici” a livello regionale e interregionale, ecc), ivi comprese le azioni di sistema quali ad esempio l’inserimento dei “ristoranti tipici” nelle iniziative e nei programmi di promozione turistica e culturale della Regione e la priorità di finanziamento nei programmi di intervento regionale.

Alle imprese iscritte all'elenco, e con esclusivo riferimento alle attività e ai locali ai quali tale iscrizione si riferisce, la Regione Sardegna può riconoscere priorità di finanziamento nei programmi di intervento regionali, nonché l'inclusione nelle iniziative e nei programmi di promozione turistica e culturale della Regione, nonché ulteriori misure di sostegno da individuare nei diversi programmi di intervento.

L’iscrizione all'elenco è volontaria e le imprese potranno chiedere, in qualsiasi momento, la cancellazione, fatta salva la perdita delle agevolazioni/deroghe eventualmente ottenute per effetto dell’iscrizione

I ristoranti iscritti nell'elenco saranno autorizzati all'utilizzo del marchio "ristorante tipico della Sardegna".

L'elenco, gestito dall'Assessorato del Turismo sarà aggiornato periodicamente.

Esercenti di esercizi commerciali nei quali si svolge l'attività di preparazione e somministrazione assistita di pasti, cibi e bevande, cioè i ristoranti intesi in tutte le declinazioni caratterizzanti la tipologia di servizio e di cibo servito (ristorante, trattoria, tavola calda, osteria, taverna, locanda , ecc).

Per avere il riconoscimento il ristorante tipico, oltre al rispetto della normativa prevista per legge in tema di igiene, sicurezza alimentare e sicurezza dei lavoratori, dovrà soddisfare i seguenti requisiti:
- la presenza di un determinato numero di preparazioni/prodotti tradizionali all'interno del menù;
- l'utilizzo di prodotti tipici locali rivenienti dall'elenco nazionale prodotti agroalimentari tradizionali della Regione;
- proporre ricette della tradizione gastronomica locale secondo le disposizioni del disciplinare di utilizzo del marchio "ristorante tipico della Sardegna";
- carta dei vini a prevalente presenza di vini della Sardegna. In particolare, i vini offerti al pubblico devono comprendere almeno il 90% delle etichette, tra bianchi, rossi, rosati e da dessert, dei vini prodotti nel territorio regionale. Dovranno essere servite acque minerali della Sardegna;
- proporre almeno quattro tipologie di formaggi tipici e tradizionali;
- proporre almeno quattro liquori tipici della tradizionale locale o regionale;
- dovrà essere garantito l'utilizzo di almeno "quattro etichette" di oli extravergine di oliva sardi;
- proporre almeno due pani tipici della Sardegna;
- evidenziare l'offerta tipica in ogni forma di comunicazione. I piatti e i vini che rientrano tra quelli elencati in precedenza devono essere pubblicati e evidenziati nel menù corrente del ristorante o riportati su una carta dedicata, anche in lingua sarda.

Potranno essere allestiti appositi spazi promozionali per la vendita delle produzioni tipiche preconfezionate, corredate da una scheda tecnica che descriva il prodotto e che evidenzi la denominazione del prodotto, la provenienza e il produttore. La quantità e l'assortimento dei prodotti tipici in vendita sono di esclusiva competenza del ristorante.

Le domande per ottenere il riconoscimento di ristorante tipico e per l'attribuzione del marchio potranno essere presentate dal 10 febbraio alle ore 12 del 9 maggio 2014 in Viale Trieste 105 all'Assessorato del Turismo, artigianato e commercio a Cagliari.

Sul plico contenente la domanda deve essere riportata la seguente dicitura:
"Bando ristoranti tipici della Sardegna. annualità 2014"

1)Domanda di iscrizione all'elenco a cui dovranno inoltre essere allegati:
- fotocopia di un proprio documento di identità;
- copia di autorizzazioni o licenze comunali;
- copia certificato camerale;
2)relazione descrittiva, firmata e datata, sull’attività svolta che:
- contenga l’indicazione dei prodotti tipici locali, rivenienti dall’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali della Regione Sardegna, utilizzati per la preparazione dei piatti proposti;
- evidenzi nel menù le ricette della tradizione gastronomica locale nella misura di quattro per portata oppure nella misura del 100% dei piatti proposti;
- specifichi se le ricette sono tra quelle indicate nel Disciplinare di utilizzo del marchio adottato con decreto assessoriale n. 10 del 24.05.2013 oppure sono comunque di comprovata tipicità regionale;
- indichi le acque minerali della Sardegna servite;
- indichi almeno quattro formaggi tipici e tradizionali, se non evidenziati nel menù;
- indichi almeno due pani tipici della Sardegna, se non evidenziato nel menù;
- indichi almeno quattro tipologie di oli extravergine di oliva sardi, se non evidenziati nel menù;
- indichi almeno quattro liquori tipici della tradizione locale o regionale, se non indicati nella carta dei vini;
- indichi la presenza o meno di corner promozionali per la vendita delle produzioni tipiche preconfezionate;
- illustri le forme di comunicazione in relazione all’offerta dei prodotti tipici, specificando se le informazioni sulla tipicità delle pietanze e delle materie prime utilizzate è delegata alla mera comunicazione verbale a mezzo del titolare e/o del personale presente in sala o di altro personale o se è contenuta nel menù attraverso l’indicazione specifica della tipicità della portata tipica e/o delle materie prime utilizzate o se viene utilizzata qualunque altra forma (es. carte specifiche per le ricette tipiche e tradizionali, esposizione presso il locale di informazioni inerenti la tipicità del prodotto e/o della portata, etc.)
- copia del menù (con logo o timbro del ristorante);
- carta dei vini che comprenda almeno il 90% dei vini prodotti nel territorio regionale.

Assessorato del turismo, artigianato e commercio
Direzione generale del turismo, artigianato e commercio
Servizio gestione offerta del territorio
Viale Trieste, 105 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6067070
Fax: 070/6067278

torna all'inizio del contenuto