Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Contributi per il funzionamento dei centri e delle istituzioni bibliografiche private



 Ultimo aggiornamento: 07-09-2020

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON227
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge regionale n. 14 del 2006, art. 21 comma 1, lettera u bis)

La Regione riconosce le biblioteche quale servizio primario alla comunità per l'accesso alla conoscenza e all'informazione, e a questo fine sostiene e promuove attraverso la concessione di contributi il funzionamento delle biblioteche private che svolgono una funzione di pubblico servizio, garantendo così servizi efficienti e adeguati rivolti ai cittadini.
Le istanze trasmesse all’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Spettacolo e Sport saranno esaminate dal Servizio patrimonio culturale, editoria e informazione che procederà alla valutazione di merito e all’attribuzione dei punteggi sulla base dei dati comunicati attraverso il questionario annuale.
Ad ogni organismo richiedente sarà attribuito un punteggio così articolato:
A. Qualità della raccolta: 40%
B. Qualità dei servizi al pubblico: 45%
C. Stanziamento proprio: 15%
Il calcolo dei contributi parziali avviene suddividendo la quota del budget a disposizione per ciascuna area per la somma dei punteggi ottenuti da tutte le istanze. Il risultato rappresenta il valore del singolo punto che verrà moltiplicato per i punti ottenuti da ciascuna istanza generando la quota parte del contributo. La somma delle quote di contributo per le aree A, B e C costituirà il contributo spettante per ciascun ente ammesso.
Non saranno ritenute ammissibili le domande di contributo:
- pervenute oltre il termine di scadenza;
- pervenute da soggetti non in possesso dei requisiti richiesti;
- irregolari e/o non corredate da tutta la documentazione prevista al paragrafo 2 dell’allegato alla Deliberazione 39/9 del 30 luglio 2020, anche a seguito della procedura di soccorso istruttorio;
- per le quali siano stati concessi per la medesima finalità altri contributi dall’Assessorato Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Spettacolo e Sport della Regione.


Associazioni, Fondazioni, Enti ecclesiastici e Società Cooperative con sede sul territorio regionale titolari di biblioteche i cui servizi siano fruibili dalla comunità.

La biblioteca per cui è richiesto il contributo deve possedere i seguenti requisiti amministrativi e biblioteconomici:
- avere sede nel territorio regionale
- accessibilità dei locali
- rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza e prevenzione degli incendi
- stanziamento proprio non inferiore a 1.000,00 euro,
- convenzione di servizio in corso di validità tra la biblioteca privata e una biblioteca pubblica (di ente locale o di altro organismo pubblico),
- (requisito previsto per i centri e le istituzioni bibliografiche private già beneficiari di contributo regionale) aver utilizzato regolarmente i contributi erogati nel biennio precedente: non sia stato disposto alcun provvedimento di revoca o di disimpegno di spesa per minore rendicontazione di entità superiore al 20% del contributo assegnato,
- orario minimo di apertura al pubblico non inferiore a 9 ore settimanali, di cui almeno n. 6 dopo le 14,
- adeguatezza dei locali e degli spazi destinati al pubblico,
- dotazione documentaria non inferiore a 1.000 unità inventariali,
- disponibilità di almeno una linea telefonica abilitata alla fonia e al collegamento internet,
- presenza di personale dedicato al servizio della biblioteca, dotato di adeguata preparazione professionale, - presenza di un catalogo informatizzato delle risorse documentarie, disponibile all’utenza,
- disponibilità di almeno un pc a disposizione del pubblico per la consultazione,
- organizzazione ed erogazione dei seguenti servizi biblioteconomici minimi: consultazione in sede, assistenza/consulenza al pubblico, prestito domiciliare e/o prestito digitale, prestito interbibliotecario e/o document delivery (almeno come biblioteca richiedente), promozione della lettura e promozione della biblioteca e dei servizi (ad es. sito web, pagine social, brochure informative, gadget e merchandising, ecc.).

L’organismo interessato deve presentare la seguente documentazione:
1. domanda in bollo (salvo i casi di esenzione previsti dalla vigente normativa) sottoscritta, pena l’esclusione, dal legale rappresentante con firma digitale, corredata dai seguenti allegati e trasmessa ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000:
a. atto costitutivo e statuto del soggetto richiedente, in copia semplice, nel quale siano evidenziati gli estremi di registrazione dell’atto e le finalità istituzionali (da allegare solo nel caso di prima istanza o qualora siano intervenute modifiche);
b. relazione programmatica delle attività della biblioteca;
c. bilancio preventivo delle spese da sostenere;
d. bilancio consuntivo dell’annualità precedente dal quale si evinca lo stanziamento proprio per il funzionamento della biblioteca;
e. dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 nella quale si attesti:
- il possesso dei requisiti richiesti (amministrativi e biblioteconomici),
- la conformità delle copie dell’atto costitutivo e dello statuto,
- l’applicabilità/non applicabilità della ritenuta alla fonte a titolo di acconto di cui all’art. 28 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600;
- la clausola anti pantouflage ai sensi art. 53, comma 16 ter) del D.Lgs. 165/2001;
2. questionario annuale informativo sullo stato dei servizi, del personale e delle strutture della biblioteca, sul modello predisposto dagli uffici, riferito ai dati dell’annualità precedente;
3. regolamento/carta dei servizi della biblioteca (se presente);
4. copia del certificato di agibilità dei locali adibiti a biblioteca (da non allegare se già trasmesso);
5. planimetria della biblioteca (da non allegare se già trasmessa).
Gli organismi richiedenti dovranno inoltre trasmettere - secondo le modalità dettagliate nel documento Note per la trasmissione - alcune fotografie digitali che documentino la sede e l’organizzazione degli spazi della biblioteca.

Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Direzione generale dei beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Servizio patrimonio culturale, editoria e informazione
Ufficio: Settore biblioteche e promozione della lettura
Viale Umberto, 72 - 07100 Sassari
Telefono: 079/2088550

torna all'inizio del contenuto