Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA' DI ENTI E ISTITUZIONI CULTURALI E SCIENTIFICHE



 Ultimo aggiornamento: 15-03-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON233
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge regionale n. 14 del 20/09/2006, art. 20 e 21, comma 1 lett. r)

L'Assessorato regionale della Pubblica istruzione interviene, con contributi annuali, a sostegno delle attività e del funzionamento degli enti e istituzioni culturali e scientifiche di particolare importanza in ambito regionale. Sono ammessi a contributo i programmi di studio, ricerca, promozione e divulgazione su problematiche di particolare rilievo culturale e scientifico che siano documentati attraverso conferenze, convegni, concorsi, mostre, manifestazioni, premi letterari o di altro genere. I risultati degli studi e delle ricerche dovranno essere pubblicati nel sito internet dell’organismo. I risultati dei programmi di attività dovranno essere divulgati attraverso iniziative aperte al pubblico e, inoltre, dovranno essere fruibili agli interessati nella sede dell’organismo, che dovrà essere aperta quotidianamente al pubblico. Il 20% dello stanziamento disponibile è riservata a quegli organismi promotori di premi culturali e artistici.

Il contributo è concesso nella misura massima dell’80% dei costi fino all’ammontare massimo di 100mila euro; l’ammontare massimo del contributo per gli organismi promotori di premi culturali e artistici è fissato in 35mila euro.

Gli enti e le istituzioni interessate possono presentare la domanda di contributo all'Assessorato.
Le richieste pervenute saranno valutate da un'apposita commissione scientifica e, successivamente, l'Assessorato approverà l’elenco dei beneficiari del contributo.
La liquidazione dei contributi avverrà:
- in un’unica soluzione ad ultimazione dell’attività ammessa a contributo, a seguito della presentazione all’Assessorato del rendiconto;
- nella misura massima anticipata dell’80%, su domanda del beneficiario, limitatamente agli organismi che hanno già ricevuto contributi nelle annualità precedenti, dietro presentazione di polizza fideiussoria;
- nel limite massimo anticipato del 50% del contributo, per i richiedenti ammessi per la prima volta.

Enti e istituzioni culturali e scientifiche

a) essere stati istituiti con legge regionale e svolgere i compiti stabiliti dalla stessa legge, oppure essere in possesso di personalità giuridica;
b) essere costituiti e svolgere un'attività continuativa da almeno cinque anni;
c) disporre di una sede adeguata e di attrezzature idonee per lo svolgimento delle proprie attività;
d) non avere fini di lucro;
e) promuovere e svolgere in modo continuativo attività di ricerca e di elaborazione documentata e fruibile, realizzata anche attraverso seminari, corsi, concorsi, convegni, mostre, premi letterari e altre manifestazioni di valore culturale e scientifico;
f) svolgere e fornire servizi di accertato valore collegati alla propria attività di ricerca;
g) pubblicare i risultati della propria attività culturale e scientifica;
h) predisporre e attuare programmi triennali;
i) aver documentato l'attività svolta nel triennio precedente la richiesta di contributo, nonché presentare i relativi rendiconti annuali approvati dagli organi statutari competenti.

Requisiti soggettivi
- avere sede legale in Sardegna, dotata di una struttura tecnico-organizzativa efficiente e distinta dalla residenza dei componenti l'organismo;
- aver pubblicato i risultati dell'attività di studio, di ricerca nelle singole annualità del quinquennio precedente;
- aver utilizzato regolarmente e per intero i precedenti contributi concessi dall'Assessorato;
- aver presentato regolare rendiconto entro il 31 marzo di ogni anno;
- non essere incorsi nelle sanzioni previste dal Capo VI del DPR 445/2000 (vedi campo normativa);
- essere in regola con gli adempimenti contributivi e fiscali e quelli relativi al rispetto dei contratti collettivi nazionali di lavoro.

Dal 2018 il termine per la presentazione delle istanze è stabilito ogni anno con decreto dell’Assessore della Pubblica Istruzione.

Anno 2019: 10 aprile 2019

La documentazione deve essere trasmessa esclusivamente tramite posta elettronica certificata entro le ore 24 della data di scadenza all'indirizzo: pi.benilibrari@pec.regione.sardegna.it

RICHIESTA DI CONTRIBUTO
- domanda di contributo in bollo (Facsimile);
- documenti che comprovino il possesso dei requisiti;
- atto costitutivo e statuto aggiornato alla data di presentazione della domanda;
- elenco componenti e relative cariche sociali in seno al Consiglio direttivo aggiornato alla data di presentazione della domanda;
- verbale di approvazione del programma e del bilancio preventivo da parte degli organi statutari competenti;
- dichiarazione sostitutiva sul possesso dei requisiti (Modulo 1A);
- bilancio preventivo finanziario a pareggio delle entrate e delle uscite (Modulo 2A);
- relazione programmatica dell’attività istituzionale per l’anno di competenza che espliciti le attività da svolgere e gli obiettivi che si intendono perseguire (Modulo 3A o 3AP);
- programmazione triennale delle attività;
- relazione sull'attività svolta nel triennio precedente la richiesta di contributo;
- copia del bando per concorsi e/o premi;
- dichiarazione sostitutiva su esenzione/assoggettabilità a ritenuta d’acconto del 4% (Modulo 4A);
- copia del documento d'identità, in corso di validità, del legale rappresentante.

RENDICONTAZIONE (da presentare entro il 31 marzo di ogni anno successivo a quello di concessione del contributo)
- nota di trasmissione con l’elenco dei documenti presentati (Facsimile);
- rendiconto consuntivo dell’anno di competenza (Modulo 1B);
- dichiarazione sostitutiva su rendiconto (Modulo 2B);
- elenco analitico delle spese (Modulo 3B);
- relazione delle attività svolte (Modulo 4B o 4BP);
- estratto conto bancario che evidenzi le spese per l’attività fino alla concorrenza del contributo regionale concesso;
- depliant, locandine e manifesti comprovanti l’attività svolta e rassegna stampa possibilmente su supporto informatico.

Una marca da bollo da applicare alla domanda di contributo

Il contributo concesso dall'Assessorato dovrà risultare in tutte le attività di comunicazione come "conferenze stampa, messaggi pubblicitari, affissioni, locandine e programmi di sala" attraverso l'apposizione del logo della Regione Autonoma della Sardegna.

Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Ufficio: Referenti: Carla Contini, ccontini@regione.sardegna.it, 079 2088550 Ernesto Burla, eburla@regione.sardegna.it, 079 2088573
Viale Umberto, 72 – 07100 Sassari
Telefono: 070/606 8550
Orari di ricevimento: Dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle 13, il lunedì ed il mercoledì pomeriggio dalle ore 16 alle 17.

torna all'inizio del contenuto