Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Contributi agli allevatori partecipanti al piano di sorveglianza sierologica per la febbre catarrale degli ovini



 Ultimo aggiornamento: 17-04-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON235
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

-

La Regione eroga contributi alle aziende bovine, bufaline, ovine e caprine che mettono a disposizione propri capi per i controlli sanitari periodici previsti dal piano di sorveglianza attiva per la febbre catarrale degli ovini (meglio nota come lingua blu o Blue tongue). I contributi sono previsti sia per incentivare la collaborazione degli allevatori con le autorità sanitarie sia per compensarli dei costi e dei disagi derivanti dalla partecipazione al piano di sorveglianza.
I Servizi veterinari delle ASSL infatti selezionano le aziende da includere nel programma di sorveglianza considerando i limiti numerici di capi da prelevare assegnati a ciascun ambito territoriale e la localizzazione delle aziende con riferimento al rischio.

Il contributo è concesso in base al numero di capi sottoposti ai prelievi sierologici. Per ogni capo viene erogata una somma pari a:
- 100 euro per i bovini ed i bufalini;
- 20 euro per gli ovini ed i caprini.
La somma è rapportata all’intero anno solare e ridotta proporzionalmente in relazione al periodo per il quale il capo è stato effettivamente messo a disposizione.

Il programma degli interventi è predisposto dal competente Servizio dell’Assessorato dell’Igiene e sanità e dell'assistenza sociale sulla base dei rendiconti inviati dai servizi veterinari delle ASSL, le quali erogano gli aiuti agli allevatori con le risorse finanziarie trasferite loro con determinazione del direttore del Servizio.

aziende agricole con allevamento zootecnico ovino, caprino, bovino e bufalino

aver messo a disposizione dei Servizi veterinari delle ASSL i propri capi di bestiame per l'attuazione del piano di sorveglianza sierologica della Bluetongue (BT).

60 giorni dalla richiesta di rimborso a cura dei Servizi veterinari delle ASSL dell’ATS Sardegna

Ufficio: Azienda per la Tutela della Salute Servizi veterinari della Area Socio Sanitaria Locale (ASSL) competente per territorio

torna all'inizio del contenuto