Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Contributi agli inquilini morosi incolpevoli



 Ultimo aggiornamento: 17-02-2020

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCIT247
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Decreto legge 31 agosto 2013, n. 102, art. 6, comma 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 ottobre 2013, n. 124

Contribuiti destinati agli inquilini morosi incolpevoli Con il decreto legge 31 agosto 2013, n. 102, art. 6, comma 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 ottobre 2013, n. 124, recante, fra le altre, misure a sostegno alle politiche abitative e di finanza locale, è stato istituito il Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, finalizzato alla concessione di contribuiti atti a sanare la morosità incolpevole degli inquilini di alloggi in locazione, destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità, causata dalla perdita o dalla consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare. I comuni interessati pubblicano un bando per la presentazione delle richieste di contributo nel rispetto dei criteri indicati nella DGR n. 42/11 del 22.10.2019 e riportati nel bando regionale approvato con determinazione SER n. 33759/2078 del 29/10/2019. Dopo aver istruito le domande, i Comuni richiedono il fabbisogno alla Regione trasmettono l’elenco dei cittadini meritevoli del contributo compilando il modello allegato al bando regionale. Il Comune può presentare domanda alla Regione in qualunque momento dell’anno. La Regione predisporrà per ciascun bimestre (nov-dic; gen-feb; mar-apr; mag-giu; lug-ago; set-ott) la graduatoria regionale dei beneficiari sulla base dei criteri di priorità indicati all’art. 6 del bando regionale. Possono presentare domanda di contributo al proprio Comune di residenza gli inquilini morosi incolpevoli in possesso dei requisiti indicati all’articolo 7 del bando regionale che abbiano sottoscritto con il locatore un accordo con i contenuti di cui all’articolo 11 del bando regionale. Nei confronti del provvedimento finale è ammesso: - ricorso gerarchico al Direttore Generale – ai sensi dell’art. 24 lettera f) della L.R. 13/11/1998 n. 31 – entro 30 giorni dalla conoscenza dell’atto; - ricorso al Tar Sardegna, entro 60 giorni dalla conoscenza dell’atto; - ricorso straordinario al Presidente della Repubblica (in alternativa al ricorso al Tar), entro 120 giorni dalla conoscenza dell’atto.

Possono presentare domanda alla Regione tutti i Comuni della Sardegna

I Comuni devono aver predisposto un bando rivolto agli inquilini morosi incolpevoli con i criteri indicati nella DGR n. 42/11 del 22.10.2019 e riportati nel bando regionale approvato con determinazione SER n. 33759/2078 del 29/10/2019. I Comuni, verificati i requisiti dei richiedenti e la completezza degli atti richiesti nel citato bando regionale, trasmettono alla Regione l’elenco degli aspiranti beneficiari secondo il modello allegato al bando regionale

Il Comune può presentare domanda in qualunque momento. Non è prevista una scadenza dei termini.

Il contributo massimo è pari a € 12.000,00

Assessorato dei lavori pubblici
Direzione generale dei lavori pubblici
Servizio edilizia residenziale (SER)
Ufficio: Settore finanziamenti e contributi per l'accesso alla locazione e dell'Osservatorio regionale sulla condizione abitativa
Viale Trento, 69 (9° piano scala B) - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6062455 (Ing. Maurizio Pellegrino, responsabile del procedimento) e-mail:mpellegrino@regione.sardegna.it;
Fax: 070/6066970

torna all'inizio del contenuto