Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Contributi ai datori di lavoro privati (società con capitale interamente pubblico ai sensi del D.L.gs. n. 267/2000) per assunzioni di lavoratori socialmente utili



 Ultimo aggiornamento: 07-06-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON260
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Incentivi per la stabilizzazione occupazionale dei lavoratori socialmente utili - Leggi regionali n. 37/1998, art. 16 e n. 6/2004, art. 9, comma 7

La Regione ha previsto un sistema di incentivi per la stabilizzazione occupazionale dei lavoratori socialmente utili. In particolare, possono usufruire dei contributi regionali le società con capitale interamente pubblico che stabiliscono di assumere a tempo indeterminato lavoratori socialmente utili. Dal 2009, il contributo è esteso anche alle società a partecipazione pubblica che intendono assumere LSU in seguito alla scadenza di precedenti contratti di affidamento di servizi a terzi.
Compatibilmente alle disponibilità di bilancio, per ogni assunzione è riconosciuto un contributo massimo di 60 mila euro, da erogare in quote annue anticipate di importo non superiore ai 12 mila euro. Il finanziamento decorre dalla data di assunzione dei lavoratori ed è erogato nel rispetto dell’intensità massima di aiuto fissata dal regolamento comunitario n. 2204/2002 (vedi sezione normativa), pari al 50 per cento dei costi salariali su base annua.

Le domande di contributo presentate dalle società e la documentazione allegata saranno esaminate dal Servizio lavoro che, in caso di esito positivo dell’istruttoria, provvederà ad impegnare i fondi necessari, dandone comunicazione alla società beneficiaria.
Entro 30 giorni dalla comunicazione, la società dovrà procedere alle assunzioni e fornire copia dei contratti all’Assessorato il quale, entro i 90 giorni successivi, erogherà il contributo.
Per l’erogazione delle quote successive alla prima sarà necessario ripresentare la domanda di contributo, confermando la permanenza in servizio dei lavoratori, e produrre la rendicontazione relativa alla quota precedente.

- società con capitale interamente pubblico che intendono assumere lavoratori socialmente utili (LSU);
- società a partecipazione pubblica che intendono assumere LSU in seguito alla scadenza di precedenti contratti di affidamento di servizi a terzi.

-le società devono essere costituite secondo le disposizioni del testo unico sull'ordinamento degli enti locali (vedi, in normativa, il decreto legislativo n. 267 del 18 agosto 2000) e devono assumere gli LSU a tempo indeterminato.

- domanda di contributo, completa di marca da bollo, da compilare sul modulo predisposto dall’Assessorato del
Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale;
- copia di un documento di identità del richiedente;
- disposizione dell’organo di amministrazione della società che stabilisca il numero di lavoratori da assumere e preveda la richiesta dei relativi benefici regionali;
- prospetto economico di previsione dei costi del personale da assumere per il primo anno, con indicazione della categoria e del livello retributivo.

La documentazione deve essere inviata, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo: Assessorato del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio lavoro
via San Simone, n. 60
09131 Cagliari

Per l’erogazione della prima quota annuale occorre, inoltre, presentare:
- il certificato di iscrizione alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura;
- l’attestazione relativa allo stato di LSU rilasciata dall’Ente di provenienza dei lavoratori;
- una dichiarazione contenente l’elenco nominativo dei lavoratori assunti con le relative date di assunzione, la tipologia di contratto applicato ed il livello retributivo.

Per l’erogazione delle successive quote annuali occorre, invece, ripresentare la domanda di contributo, accompagnata dalla seguente documentazione:
- dichiarazione con cui si attesta che la società è ancora operativa;
- dichiarazione attestante la permanenza in servizio dei lavoratori assunti, completa delle seguenti informazioni:
a) elenco nominativo dei lavoratori assunti con relative date di assunzione, tipologia di contratto applicato e livello retributivo;
b) ammontare dei costi salariali individuali sostenuti, conteggiati su base annua a partire dalla data di assunzione;
c) ammontare dei costi salariali per l’annualità successiva, con indicazione della data e della causa di eventuali cessazioni.

marca da bollo da 16 euro

le domande di contributo sono istruite e finanziate secondo l’ordine di presentazione, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Direzione generale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Ufficio: Referente: Mauro Cois
Via San Simone 60 (piano 8°) – 09122 Cagliari
Telefono: 070/6065385
Fax: 070/6065624

torna all'inizio del contenuto