Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Procedimento interamente informatizzato e flusso totalmente dematerializzato. A cura della Direzione generale degli affari generali e della società dell'informazione

Art. 22 - CONTRIBUTI DESTINATI ALL'ATTIVITA' SPORTIVA GIOVANILE A CARATTERE DILETTANTISTICO



 Ultimo aggiornamento: 30-07-2019

Stato procedimento: In corso


CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoASS287
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Procedimento nativo del Portale SUS Procedimento nativo del Portale SUS
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge regionale n. 17/99, art. 22

La Regione concede contributi a favore delle società sportive della Sardegna di accertato livello tecnico e di comprovata tradizione nella cura dell'attività giovanile.
Sono ammissibili a contributo le sole discipline sportive che ricadono nell'ambito delle attuali "Federazioni sportive nazionali" riconosciute dal Coni. Sono inoltre ammissibili le discipline sportive associate e riconosciute dalle stesse Federazioni.

Le società interessate possono presentare domanda di contributo all'Assessorato della Pubblica istruzione. Se la documentazione è completa e sussistono tutti i requisiti la Regione concede contributi forfetari integrati, commisurati, nei limiti delle disponibilità di bilancio, a un massimo di 103 euro per atleta che appartiene alle categorie giovanili e pratica attività federale; tale quota è elevata a un massimo di 206 euro nei casi di atleti disabili.

Se le disponibilità di bilancio non dovessero essere sufficienti, la quota prevista sarà ridotta per ogni atleta.

Associazioni e Società sportive isolane di accertato livello tecnico e di comprovata tradizione nella cura dell'attività giovanile per la promozione e lo svolgimento di attività sportive.

a) essere affiliati ininterrottamente ad almeno una Federazione sportiva riconosciuta dal C.O.N.I. da almeno cinque anni;
- per le società di disabili affiliate al CIP il limite minimo è fissato in due anni;
b) aver svolto ininterrottamente negli ultimi cinque anni attività di carattere giovanile ;
c) avere un numero di tesserati giovanili alla Federazione sportiva per la quale si richiede il contributo non inferiore a 50 unità o a 25 nei comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti o a 5 in comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti. Per gli sport olimpici individuali il numero dei tesserati giovanili non deve essere inferiore a 25 unità o a 15 unità nei comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti o a 5 unità nei comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti

Il possesso dei requisiti di cui sopra, deve essere attestato dai Presidenti dei Comitati Regionali delle competenti federazioni sportive del CONI, che dovranno altresì dichiarare esclusivamente l’attività agonistica svolta dai tesserati del settore giovanile.

Per l’età minima di accesso all’attività agonistica, si fa riferimento alla Circolare del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali n. 6203 del 02 luglio 2018, contenente la tabella relativa alla “Età minima di accesso all’attività agonistica” per le varie discipline e sulla quale ha espresso valutazione positiva il Consiglio Superiore della Sanità nella seduta del 12 giugno 2018 e agli eventuali aggiornamenti.

Le domande di contributo dovranno pervenire entro le ore 13:00 del 10 settembre 2019

La richiesta di contributo deve essere presentata unicamente per via telematica mediante il sistema informatico on line appositamente predisposto dalla Regione (SUS – Sportello Unico dei Servizi)



Dal 1 gennaio 2019 le “associazioni e società sportive dilettantistiche senza fini di lucro riconosciute dal Coni” hanno diritto all’esenzione del pagamento del bollo, come previsto dall’art.27 bis, allegato B del D.P.R. n.642 del 26/10/1972, così come modificato dal comma 646 art. 1 della legge del 30 dicembre 2018, n. 145. Le società non esenti dovranno provvedere al pagamento mediante marca da bollo dell’importo di euro 16,00 da applicare alla domanda di contributo. L’imposta di bollo potrà essere pagata anche tramite modello F23 che andrà scansionato e allegato alla richiesta.

Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Direzione generale dei beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Servizio sport, spettacolo e cinema
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6065072

Ufficio: Referente:
Cristina Cozzolino (tel. 0706064929; ccozzolino@regione.sardegna.it)

torna all'inizio del contenuto