Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Contributi per il funzionamento degli uffici per la programmazione e la gestione associata dei servizi alla persona



 Ultimo aggiornamento: 19-04-2017

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON301
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

La Regione eroga contributi per il funzionamento degli uffici per la programmazione e la gestione associata dei servizi alla persona (uffici di piano), attraverso i quali sono programmati, gestiti, monitorati e valutati le azioni e gli interventi associati previsti nel piano locale unitario dei servizi.
In particolare, il contributo regionale è destinato alla copertura di una parte dei costi per la gestione dell’ufficio quali, ad esempio, i costi per il distacco del personale dipendente degli enti coinvolti, la retribuzione del personale appositamente assunto ed il rimborso delle spese di trasferta.
I comuni del distretto, la Provincia e l’azienda sanitaria locale (asl) devono comunque cofinanziarne il funzionamento con ulteriori risorse proprie.

L’ufficio di piano è istituito in ogni ambito territoriale, è unico per l’intero distretto sanitario (se ritenuto opportuno, può anche comprendere più distretti) e ha sede presso i locali dell’Ente gestore dei servizi associati o altri adeguati locali presenti nel suo territorio.
In base agli indirizzi politico-amministrativi definiti dai comuni del distretto, dalla Provincia e dall’asl, l’ufficio svolge, con la collaborazione degli altri soggetti pubblici e privati presenti nella comunità, funzioni relative al sistema integrato dei servizi alla persona quali, in particolare:
- realizzare il coordinamento tecnico ed istituzionale delle politiche sociali e sanitarie definite nell’ambito del Plus;
- promuovere l’integrazione sociale e sanitaria;
- favorire una regolamentazione omogenea dei servizi e degli interventi nell’ambito distrettuale;
- supportare l’organo politico nell’assunzione di decisioni strategiche di politica sociale;
- curare l’attuazione operativa delle iniziative previste nel Plus.

Le risorse disponibili sono ripartite annualmente dalla Giunta regionale tra i vari ambiti territoriali per il 40 per cento in parti uguali e per il restante 60 per cento in relazione alla popolazione residente. Agli uffici di piano ricadenti nei distretti con popolazione al di sotto dei 35 mila abitanti è comunque assicurato un finanziamento sufficiente ad acquisire l’organico minimo previsto dalle nuove linee guida, valide per il triennio 2012-2014 (vedi, in normativa, la delibera della Giunta Regionale n. 40/32 del 06/10/2011).

Una volta ricevuta la rendicontazione degli impegni e delle spese sostenute nell’anno precedente, il competente Servizio dell’Assessorato dell’Igiene, sanità e assistenza sociale verifica, per ogni ambito distrettuale, la costituzione e la funzionalità dell’ufficio di piano. In caso di esito positivo della verifica, il Servizio trasferisce all’Ente gestore dei servizi associati, individuato nell’accordo di programma con cui è stato approvato il Plus, l’importo assegnato dalla Giunta.

comuni, province ed aziende sanitarie locali, associati per ambiti Plus (piano locale unitario dei servizi, vedi note)

il piano locale unitario dei servizi è lo strumento per la programmazione sociale e sociosanitaria dell’ambito distrettuale. È adottato con accordo di programma, ha una durata triennale e viene aggiornato con cadenza annuale.
Attraverso il Plus, i comuni dell’ambito, la Provincia e l’azienda sanitaria locale determinano obiettivi e priorità, programmano e dispongono in modo integrato gli interventi sociali, sanitari e sociosanitari.
In particolare, tale strumento mira a:
- promuovere una programmazione sociale integrata in grado di coniugare le strategie di protezione con quelle di promozione del benessere dei cittadini;
- favorire l’equità territoriale sostenendo l’equilibrio nell’offerta dei servizi;
- promuovere regolamenti e comportamenti uniformi all’interno del territorio;
- favorire lo sviluppo di un sistema di offerta in grado di cogliere l’evoluzione dei bisogni della popolazione, e la piena integrazione tra i soggetti pubblici e i soggetti del privato sociale interessati alla costruzione del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali.

Assessorato dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale
Servizio attuazione della programmazione Sociale
Via Roma, 253 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6065349
Fax: 070/6065438 - 070/6064924

torna all'inizio del contenuto