Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



AIUTI ALL'AVVIAMENTO ALLE ASSOCIAZIONI DI PRODUTTORI, LORO UNIONI E AI CONSORZI DI TUTELA



 Ultimo aggiornamento: 14-02-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoASS33
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

L.R. n. 3 del 2008, art. 7 comma 15 - Organizzazioni di produttori non ortofrutta e consorzi di tutela delle produzioni con marchio di origine

L'Amministrazione regionale eroga aiuti temporanei e decrescenti a copertura dei costi amministrativi di avviamento dell'organizzazione di produttori, delle loro unioni e dei consorzi di tutela per i 5 anni successivi al riconoscimento/incarico, ma non oltre i 7 anni successivi.
L'aiuto mira ad incentivare il fenomeno associativo, realizzare una maggiore concentrazione dell'offerta e adeguare la produzione alle esigenze del mercato e dei consumatori, con particolare riferimento alle produzioni di qualità.

L'importo totale del contributo non può superare la somma di 400mila euro.

Gli interessati devono presentare le richieste di approvazione del programma pluriennale di avviamento ai servizi territoriali competenti dell'Agenzia Argea e per conoscenza all'Assessorato dell'Agricoltura.

Entro il 31 maggio di ogni anno, la Regione può concedere un'anticipazione pari al 50% del contributo riconosciuto, previa presentazione di contratto autonomo di garanzia (polizza fideiussoria, assicurativa, bancaria o di società), che resterà operante sino al momento del rilascio della dichiarazione liberatoria da parte dell’Amministrazione regionale.
L'importo del contratto autonomo di garanzia dovrà essere pari al 110% dell’importo effettivamente richiesto.

L'emissione del provvedimento di anticipazione avverrà entro i 30 giorni successivi alla domanda di anticipazione.

Entro il 31 gennaio dell'anno successivo alla concessione del contributo deve essere richiesta la liquidazione. L'emissione del provvedimento di liquidazione avverrà entro i successivi 60 giorni.

- organizzazioni di produttori (OP) e loro unioni (OC) riconosciute, attive nella produzioni di prodotti agricoli non ortofrutta in conformità alla legislazione comunitaria;
- consorzi di tutela delle produzioni con marchio DOP/IGP incaricati dal MIPAAF per la supervisione dell'uso del marchio di origine.

L’aiuto è limitato alle associazioni e alle organizzazioni di produttori che rientrano nella definizione di PMI.

In seguito all’attivazione della M. 9.1 del PSR Sardegna 2014-2020 a partire dall’anno 2018 viene data priorità alle istanze che sono presentate dai Consorzi di tutela.

Le OP e le OC per accedere agli aiuti all'avviamento devono prevedere nel regolamento interno l'obbligo dei soci di commercializzare la produzione secondo le regole di conferimento e di immissione sul mercato stabilite dall'organizzazione. Queste norme possono consentire la commercializzazione diretta da parte del produttore di una quota della produzione.

Inoltre i produttori che aderiscono all'OP e OC devono rimanerne soci per un minimo di tre anni e presentare preavviso di almeno 12 mesi prima di ritirarsi.

Le organizzazioni devono inoltre dotarsi di norme comuni di produzione, in particolare per quanto riguarda la qualità dei prodotti o l'utilizzazione di metodi di produzione biologici o di altre pratiche finalizzate alla protezione dell'ambiente, di regole relative all'immissione della produzione sul mercato e all'informazione sui prodotti, in particolare in materia di raccolto e di disponibilità dei prodotti. I produttori restano responsabili della gestione delle proprie aziende.

15 dicembre successivo alla data di presentazione della richiesta di contributo

richiesta di contributo: 30 settembre di ogni anno

richiesta di anticipazione: 31 maggio di ogni anno

Unitamente all’istanza devono essere inviati i seguenti allegati:
1. copia del documento di identità del rappresentante legale;
2. il piano aziendale di avviamento a fronte del quale viene richiesto il contributo relativo alla durata dell’aiuto.
Il piano aziendale di avviamento deve contenere:
 la situazione iniziale dell’ OP/consorzio di tutela e gli elementi cardine specifici;
 la situazione dell’OP/consorzio di tutela al termine del periodo di realizzazione del piano;
 la descrizione degli obiettivi individuati;
 la descrizione degli interventi proposti per il raggiungimento degli obiettivi individuati;
 il programma degli investimenti per il raggiungimento degli obiettivi ;
 la descrizione degli eventuali fabbisogni finanziari;
 il cronoprogramma degli investimenti materiali ed immateriali previsti;
 il piano finanziario per l’esecuzione degli investimenti previsti, con l’indicazione della componente di aiuto pubblico richiesta;
 le modalità di copertura della quota privata.

Per la liquidazione dell'aiuto deve essere presentata l’istanza nella quale deve essere dichiarato esplicitamente l’importo del contributo richiesto, a firma del legale rappresentante allegando i seguenti documenti:
 copia del documento di identità;
 atto di approvazione della documentazione di rendicontazione da parte dell’organo competente;
 prospetto del bilancio di esercizio provvisorio e relativi allegati al 31 dicembre dell’anno precedente, regolarmente timbrato e firmato dal legale rappresentante;
 relazione annuale sullo stato di attuazione del programma;
 fatture regolarmente quietanzate o documentazione contabile con valore equivalente riferite all’anno di competenza e relativa dimostrazione di pagamento nelle forme previste al paragrafo 9.
 quadro finanziario riepilogativo generale, articolato per voce analitica e di comparazione tra la spesa ammessa e quella effettivamente sostenuta, per totali di spesa e/o eventuali variazioni;
 elenco soci;
 dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, a firma del Legale Rappresentante, nella quale si specifica che:
a. le spese effettuate e rendicontate sono state effettuate ad esclusivo titolo dell’annualità del piano di spesa approvato;
b. le spese sostenute, di cui alla rendicontazione del piano aziendale di Avviamento - per l’annualità in esame, sono state regolarmente registrate nei libri e nelle scritture contabili che i beneficiari sono tenuti a redigere e conservare secondo le vigenti norme tributarie, fiscali e civilistiche;
c. l’OP/Consorzio di Tutela è/non è soggetto al reddito d'impresa, al fine dell’applicazione della ritenuta d’acconto;
d. ai dipendenti viene corrisposto un compenso non inferiore a quello previsto dai CCNL per le mansioni e la qualifica per le quali sono stati assunti ed inoltre vengono rispettati tutti gli adempimenti contributivi e fiscali previsti dalla normativa vigente in materia di lavoro dipendente (nel caso in cui il beneficiario rendiconta spese relative a dipendenti).

Ufficio: Le domande devono essere presentate ai servizi territoriali di Argea Sardegna (consulta l'elenco nel campo allegati) e per conoscenza:

Assessorato dell'agricoltura e riforma agro-pastorale
Servizio sviluppo delle filiere agroalimentari e dei mercati
Via Pessagno n. 4 - 09126 Cagliari
Telefono: 070/6066343
Fax: 070/6066387
Orari di ricevimento: Dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13; i pomeriggi di martedì e mercoledì dalle ore 16 alle ore 17

torna all'inizio del contenuto