Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI PROMOZIONE DELLA LETTURA E FESTIVAL LETTERARI DI INTERESSE REGIONALE, NAZIONALE E INTERNAZIONALE



 Ultimo aggiornamento: 20-07-2022

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoASS338
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge regionale n. 14 del 20/09/2006, art. 21 comma 1 lett. m)

La Regione stanzia fondi per progetti di promozione della lettura e festival letterari d'interesse regionale, nazionale e internazionale.
Gli interessati possono presentare domanda di contributo all'Assessorato della Pubblica Istruzione.
I contributi non potranno superare l'80% del costo del progetto e l'importo massimo di 50 mila euro.

Saranno considerati ammissibili al beneficio del contributo le proposte progettuali che avranno conseguito un punteggio minimo di 50 punti.

I contributi saranno assegnati sulla base di una graduatoria di merito in misura proporzionale al punteggio ottenuto da ciascun progetto in fase di valutazione e con le seguenti percentuali in base alle fasce di punteggio:
- da 85 a 100 punti: 100% del contributo richiesto con il massimale di euro 50.000,00;
- da 70 a 84 punti : 85% del contributo richiesto con il massimale di euro 42.500,00;
- da 50 a 69 punti: 70% del contributo richiesto con il massimale di euro 35.000,00
Valutate le risultanze della commissione, sulla base delle risorse programmate e del punteggio ottenuto da ciascuna proposta progettuale, il competente Servizio procede all’assegnazione dei contributi fino alla concorrenza della disponibilità finanziaria.

I contributi erogati ai sensi dei presenti criteri non sono cumulabili ad altri contributi erogati dall’Assessorato.


Modalità di erogazione del contributo:
- in un'unica soluzione a conclusione dell'iniziativa e a seguito della presentazione e approvazione da parte dell'Assessorato del rendiconto e della relazione descrittiva delle attività svolte;
Soggetti di cui al punto A del paragrafo 1.1 (organismi privati)
- fino all’80% a titolo di anticipazione, a seguito di presentazione di polizza fideiussoria che il beneficiario dovrà contrarre a proprie spese con istituti di credito e/o imprese di assicurazione a garanzia della somma da erogare;
- anticipazione di una quota del 40% del contributo concesso, a fronte di una polizza fideiussoria di pari importo; a seguito di presentazione e verifica di spese quietanzate per l’importo della prima anticipazione erogata, al beneficiario potrà essere liquidata una seconda quota di anticipazione di un ulteriore 40% a valere sulla medesima garanzia;
- quote in acconto (fino ad un massimo di 2), dietro presentazione di spese quietanzate fino ad un massimo dell’80% dell’importo concesso.
Soggetti di cui al punto B del paragrafo 1.1 (enti locali)
- fino all’80% a titolo di anticipazione, a seguito di richiesta a firma del legale rappresentante.
Le somme a saldo saranno erogate a seguito di approvazione da parte dell’Assessorato della rendicontazione delle spese effettuate e della relazione descrittiva delle attività svolte.
Per le grandi manifestazioni consolidate, i contributi saranno assegnati a seguito dell’esame istruttorio delle domande, in base ai seguenti parametri:
- euro 50.000,00 per le manifestazioni con budget preventivato da euro 100.000,00 a 150.000,00;
- euro 60.000,00 per le manifestazioni con budget preventivato da euro 151.000,00 a 200.000,00;
- euro 80.000,00 per le manifestazioni con budget preventivato oltre euro 200.000,00.

- associazioni, comitati, fondazioni, società cooperative, con o senza personalità giuridica, i cui statuti o atti costitutivi prevedano attività di promozione della cultura e/o della lettura stabili e senza scopo di lucro;
- enti locali singoli o associati.

- sede operativa stabile in Sardegna;
- adeguata capacità tecnico-organizzativa documentabile anche sulla base delle attività realizzate (solo per gli organismi privati);
- aver presentato regolare rendicontazione delle attività svolte se beneficiari di analogo contributo regionale nelle annualità precedenti;
- aver utilizzato regolarmente i contributi erogati nel biennio (non deve essere stato disposto alcun provvedimento di revoca o di disimpegno di spesa per minore rendicontazione di entità superiore al 20% del contributo assegnato).
Per le grandi manifestazioni consolidate, inoltre:
- aver realizzato nell’anno precedente a quello per il quale si richiede il contributo almeno la 10^ edizione della manifestazione;
- aver beneficiato del contributo dell’Assessorato per la medesima manifestazione per almeno 6 anni, anche non consecutivi, negli ultimi 10 anni;
- prevedere un preventivo finanziario del progetto di almeno euro 100.000,00;
- aver rendicontato un importo pari o superiore al costo preventivato in almeno una delle annualità dell’ultimo triennio rendicontato.

- grandi manifestazioni consolidate: ore 23,59 del 7 marzo 2022;
- contributi ordinari: ore 23,59 del 31 marzo 2022

Rendiconto: 31 gennaio dell'anno successivo a quello di assegnazione.

DOCUMENTAZIONE PER LA RICHIESTA DEI CONTRIBUTI ORDINARI:
1. Domanda in bollo (salvo i casi di esenzione previsti dalla vigente normativa) sottoscritta, pena l’esclusione, dal legale rappresentante - preferibilmente con firma digitale - trasmessa ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000 e corredata dei seguenti allegati:
a. atto costitutivo e relativo statuto del soggetto richiedente, in copia semplice, nel quale siano evidenziati gli estremi di registrazione dell’atto e le finalità istituzionali (da allegare solo nel caso di prima istanza o qualora siano intervenute modifiche);
b. elenco nominativo dei soci che ricoprono cariche sociali, con indicazione della relativa residenza, aggiornato alla data di presentazione della domanda, datato e sottoscritto dal legale rappresentante;
c. dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/2000, datata e sottoscritta dal legale rappresentante, nella quale si attesti:
- il possesso dei requisiti richiesti,
- la conformità delle copie dello Statuto e dell’Atto costitutivo ai rispettivi originali (qualora prodotti),
- l’assenza di scopo di lucro per la manifestazione proposta al contributo,
- l’iscrizione alla Camera di Commercio con relativo numero di repertorio (per le società cooperative),
- l’applicabilità/non applicabilità della ritenuta alla fonte a titolo di acconto di cui all’art. 28 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600,
- il rispetto della normativa anti-pantouflage;
d. copia del verbale di approvazione, da parte degli organi statutari, della proposta progettuale e del preventivo finanziario. Il verbale dovrà esplicitamente contenere l’impegno a sostenere l’onere finanziario pari alla quota delle spese eccedenti il contributo regionale richiesto;
e. copia di un documento d’identità in corso di validità del legale rappresentante (nel caso di firma autografa dei documenti).

2. proposta progettuale redatta sui modelli predisposti (vedi campo modulistica), così articolata:
- scheda di presentazione del soggetto richiedente compilato sul modello SR;
- piano di lavoro compilato sul modello PL contenente le schede descrittive di tutte le attività inserite nel progetto;
- piano di comunicazione (modello PC);
- piano finanziario a pareggio delle entrate e delle uscite compilato sul modello PF.

Per gli enti locali
1. Domanda sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante, pena l’esclusione, trasmessa ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000 e corredata dalla copia della deliberazione dell’organo competente, di approvazione della proposta progettuale e del preventivo finanziario; la deliberazione dovrà contenere:
- la disponibilità a coprire le spese eccedenti il contributo regionale richiesto;
- il capitolo di bilancio su cui grava la quota parte a carico diretto dell’ente;
- la modalità di gestione (diretta o tramite affidamento a terzi) della manifestazione;

2. proposta progettuale, redatta sui modelli predisposti (vedi campo modulistica), articolata secondo la seguente struttura:
- scheda di presentazione del richiedente compilato sul modulo SR;
- piano di lavoro compilato sul modello PL, contenente le schede descrittive di tutte le attività inserite nel progetto;
- piano di comunicazione compilato sul modello PC;
- piano finanziario a pareggio delle entrate e delle uscite compilato sul modello PF.

DOCUMENTAZIONE PER LA RICHIESTA DEI CONTRIBUTI PER GRANDI MANIFESTAZIONI CONSOLIDATE:
Per le associazioni, comitati, fondazioni e società cooperative
1. Domanda in bollo (salvo i casi di esenzione previsti dalla vigente normativa) sottoscritta, pena l’esclusione, dal legale rappresentante corredata dei seguenti allegati e trasmessa ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000:
a. eventuali modifiche all’atto costitutivo e relativo statuto del soggetto richiedente, già trasmessi nell’ambito del medesimo procedimento;
b. elenco nominativo dei soci che ricoprono cariche sociali, con indicazione della relativa residenza, aggiornato alla data di presentazione della domanda;
- dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 nella quale si attesti: il possesso dei requisiti richiesti, la conformità degli eventuali atti di modifica dello Statuto e/o all’Atto costitutivo rispetto agli originali;
- l’assenza di scopo di lucro per la manifestazione proposta al contributo,
- l’iscrizione alla Camera di Commercio con relativo numero di repertorio (per le società cooperative),
- l’applicabilità/non applicabilità della ritenuta alla fonte a titolo di acconto di cui all’art. 28 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600;
c. verbale di approvazione, da parte degli organi statutari, della proposta progettuale e del relativo preventivo finanziario. Il verbale dovrà esplicitamente contenere l’impegno a sostenere l’onere finanziario pari alla quota delle spese eccedenti il contributo regionale;
d. fotocopia di un documento d’identità in corso di validità del legale rappresentante.
2. Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 nella quale si attesti l’impegno a realizzare la manifestazione mantenendo inalterato l’alto livello qualitativo raggiunto nel triennio precedente.
3. Modello PF - Piano finanziario che preveda un costo totale del progetto non inferiore a euro 150.000,00, con il dettaglio delle entrate e delle uscite e la descrizione delle strategia di azioni di reperimento risorse.

Per gli enti locali
1. Domanda sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante, pena l’esclusione, trasmessa ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000 e corredata dalla copia della deliberazione dell’organo competente, di approvazione della proposta progettuale e del relativo preventivo finanziario. La deliberazione dovrà contenere:
- la disponibilità a coprire le spese eccedenti il contributo regionale;
- il capitolo di bilancio su cui grava la quota parte a carico diretto dell’ente ;
- la modalità di gestione della manifestazione (diretta o tramite affidamento a terzi);
- l’impegno a realizzare la manifestazione mantenendo inalterato l’alto livello qualitativo raggiunto nel triennio precedente.

2. Modello PF - Piano finanziario che preveda un costo totale del progetto non inferiore a euro 150.000,00, con il dettaglio delle entrate e delle uscite e la descrizione della strategia di azioni di reperimento risorse.

DOCUMENTI PER LA RENDICONTAZIONE:
Al rendiconto, redatto con la modulistica predisposta dall'Amministrazione, dovranno essere allegati:
- relazione delle attività svolte e dell’attuazione del piano di comunicazione contenente:
a) elenco con gli elementi essenziali delle attività realizzate con specifico riferimento alle schede attività presenti nel progetto approvato, anche ai fini della verifica del requisito del 60% di attività principali di promozione della lettura;
b) elenco delle attività previste e non realizzate, con relativa motivazione e/o corrispondenza con altre attività realizzate in sostituzione;
c) elenco del materiale di comunicazione, con link al materiale online e invio in allegato del materiale cartaceo;
- ogni altra documentazione a corredo che sia ritenuta utile;
- materiale pubblicitario, rassegna stampa;
- copia di un valido documento di identità del legale rappresentante.
- estratto conto bancario.

Marca da bollo da applicare alla domanda di contributo (solo per gli organismi privati, tranne i casi di esenzione previsti dalla normativa in vigore)

La pubblicazione dell’Avviso pubblico e dei conseguenti atti di approvazione delle risultanze degli atti istruttori non vincolano l’Amministrazione regionale all’assegnazione dei benefici ai soggetti idonei se non a seguito della programmazione delle relative risorse finanziarie da parte della Giunta Regionale della determinazione dell’impegno di spesa. Pertanto, l’eventuale dichiarazione di idoneità non costituisce per i Soggetti partecipanti diritto alla corresponsione del contributo.

Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Ufficio: Settore biblioteche e promozione della lettura
Viale Umberto, 72 - 07100 Sassari
Telefono: 079/2088578

Ufficio: Referenti:
Floriana Me
Telefono:  079 2088578

torna all'inizio del contenuto