Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



DISCIPLINA DELLE STRUTTURE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERE



 Ultimo aggiornamento: 20-08-2015

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCIT380
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Chi intende aprire una struttura ricettiva deve presentare domanda al Comune in cui desidera operare. Accertata la sussistenza dei requisiti, il Comune ne autorizza l'apertura e la gestione.
L'autorizzazione decorre dalla data di rilascio e scade il 31 dicembre dello stesso anno.
Al rinnovo della autorizzazione si provvede entro il 31 dicembre di ogni anno.

La denominazione dei nuovi esercizi ricettivi e le eventuali variazioni alle denominazioni degli esercizi esistenti devono essere preventivamente approvate dal Comune, per evitare sia omonimie fra i diversi esercizi che l'inserimento, nelle denominazioni stesse, di indicazioni che creino incertezza sulla natura e sul livello di classificazione delle strutture ricettive.

Entro il 1 marzo e il 1 ottobre di ogni anno, i titolari ed i gestori degli esercizi ricettivi sono tenuti a comunicare all'Assessorato del Turismo e alla Provincia di appartenenza i prezzi praticati. Le tabelle, i cartellini con l'indicazione dei prezzi praticati e la classificazione attribuita devono essere esposti in modo ben visibile in ciascuna camera o unità abitativa e nel locale di ricevimento degli ospiti.

E' possibile anche l'uso occasionale di immobili a fini ricettivi da parte di soggetti privati che non siano imprenditori: in tal caso, è sufficiente darne comunicazione al Comune competente per territorio entro i successivi cinque giorni.

Nel caso il titolare sia interessato può richiedere l’inserimento della struttura nel portale turismo della Regione trasmettendo il modulo all’Assessorato del Turismo (vedi richiesta di adesione nella sezione modulistica)

Soggetti titolari o gestori di strutture ricettive esistenti o da realizzare, in particolare: case per ferie; ostelli per la gioventù; esercizi di affittacamere o locande; case e appartamenti per vacanze; alloggi turistico-rurali; residence; esercizio saltuario di alloggio e prima colazione (bed & breakfast).

I titolari o gestori devono:
a) essere iscritti nel registro delle imprese presso la Camera di commercio competente per territorio;
b) essere in regola con i requisiti soggettivi di cui al Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Le strutture devono:
a) essere case di civile abitazione, considerate abitabili;
b) possedere i requisiti e le caratteristiche tecniche corrispondenti alla tipologia di struttura che si vuole avviare, riportati negli allegati alla L.R. n. 27/98 (vedi campo normativa).
Gli esercizi di affittacamere, le case e gli appartamenti per vacanze, i residence sono classificati nelle categorie I, II, III in relazione ai requisiti previsti per ognuno di essi e riportati nelle tabelle degli allegati B e C della legge.
Le strutture ricettive devono, inoltre, essere contrassegnate dal distintivo, ben visibile sia all'esterno che all'interno della struttura, corrispondente alla tipologia e alla classificazione attribuita, nella forma riportata nell'allegato D.

La richiesta di autorizzazione può essere presentata durante tutto l'arco dell'anno.
Al rinnovo dell'autorizzazione si provvede entro il 31 dicembre di ogni anno.

Tassa di concessione regionale:
Servizio di alloggio e prima colazione (B&B) - 50 euro
Casa per ferie - 100 euro
Ostello per la gioventù - 100 euro
Affittacamere/Locanda - 100 euro
Case e appartamenti per vacanze (CAV) - 100 euro

La scheda informativa è in fase di aggiornamento sulla base delle nuove disposizioni in materia di Sportello unico per le attività produttive

Ufficio: Gli interessati devono rivolgersi al Suap del Comune in cui si trova la struttura ricettiva

Assessorato del turismo, artigianato e commercio
Direzione generale del turismo, artigianato e commercio
Servizio gestione offerta del territorio
Viale Trieste, 105 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6067070
Fax: 070/6067278

torna all'inizio del contenuto