Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Finanziamenti ai comuni per la lotta al randagismo e per la gestione dei canili



 Ultimo aggiornamento: 19-09-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoENT398
TIPOLOGIA
Finanziamenti Finanziamenti
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge n. 281 del 14/08/1991 - Legge regionale n. 21 del 18/05/1994

Nell'ambito del programma di lotta e prevenzione del randagismo, la Regione eroga annualmente finanziamenti per la gestione dei canili ai comuni che ne facciano richiesta.

I canili possono essere amministrati dai comuni in proprio, anche in forma associata, oppure attraverso convenzioni con enti privati o associazioni protezionistiche iscritte al registro regionale del volontariato, tenuto presso la Presidenza della Regione.

I comuni interessati devono presentare la richiesta di contributo al competente Servizio dell’Assessorato dell’Igiene e sanità e dell’assistenza sociale.
Il Servizio esamina ciascuna richiesta e, nel caso in cui la rendicontazione sia regolare, inserisce il Comune nell’elenco degli enti finanziabili per l’anno in corso.
Il programma annuale di finanziamenti, elaborato dal Servizio, viene successivamente sottoposto alla Giunta regionale per l’approvazione.
Una volta approvato il programma, il Servizio comunica agli enti beneficiari l’avvenuta concessione del contributo e l'importo assegnato.

Per il 2013, la Giunta ha assegnato a ciascun Comune ammesso al contributo una quota forfetaria di 250 euro e ha ripartito le risorse residue sulla base dei seguenti criteri:
- un primo 30% sulla base della popolazione residente in ciascun Ente, come risultante dai dati Istat aggiornati al 31 dicembre 2012;
- un secondo 60% in proporzione al numero di cani ricoverati nei canili e iscritti all’anagrafe canina a nome del Comune richiedente;
- un ultimo 10% in proporzione al numero di cani ricoverati nei canili e dati in adozione nel 2012.

comuni della Sardegna

essere in regola con la rendicontazione relativa ad eventuali precedenti finanziamenti

30 giorni dall'approvazione della delibera di ripartizione dei finanziamenti

31 marzo di ogni anno

- domanda di contributo, in carta semplice;
- indicazione del responsabile del procedimento, completa di recapiti telefonici, fax ed e-mail;
- indicazione della struttura o delle strutture di ricovero dei cani;
- copia delle eventuali convenzioni in vigore per il ricovero dei cani;
- dati relativi ai cani ospitati nel canile (da inserire nella tabella 1 del modello presente in modulistica);
- rendiconto sintetico delle spese sostenute, riferite all’anno solare precedente ed al contributo ricevuto per lo stesso anno;
- breve relazione sintetica che illustri l’attività di vigilanza svolta (da riportare nella tabella 2 del modello presente in modulistica).

La documentazione deve essere inviata al seguente indirizzo:

Assessorato regionale dell’Igiene e sanità e dell’assistenza sociale
Servizio della sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare
via Roma, 231
09123 Cagliari

Assessorato dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale
Servizio sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare
Via Roma, 223 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6065288
Fax: 070/6065280-6065259

torna all'inizio del contenuto