Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



INCENTIVI ALLE IMPRESE ARTIGIANE IN CONTO CAPITALE ED IN CONTO INTERESSI PER L'ATTUAZIONE DI PROGRAMMI D'INVESTIMENTO



 Ultimo aggiornamento: 22-01-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoSUS4108
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge Regionale 19 ottobre 1993, n.51, artt. 2 e 10 bis

Per promuovere la qualificazione e lo sviluppo dell'artigianato sardo e la sua integrazione con la programmazione economica della Regione, l'amministrazione regionale ha costituito dei Fondi, gestiti da diversi Enti creditizi convenzionati, per la concessione alle imprese artigiane di:

1) contributi in conto interessi sui prestiti accordati ai tassi correnti dagli Enti creditizi per la realizzazione di programmi d’investimenti;
2) contributi in conto capitale (a fondo perduto) per la realizzazione di programmi d’investimenti.

In particolare, si considerano agevolabili gli interventi per i nuovi investimenti produttivi. Gli incentivi riguardano investimenti iniziali in attivi materiali e immateriali relativi alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione di uno stabilimento con nuovi prodotti aggiuntivi oppure un cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di uno stabilimento esistente.

In generale, escludendo gli interventi di mera sostituzione, non agevolabili, le tipologie dei programmi d’investimento riguardano:

- la costruzione e l’acquisto di nuovi impianti;
- l’adeguamento dei laboratori, delle strutture e degli impianti, compresi i macchinari e le attrezzature;
- l’ammodernamento, l'ampliamento, la ristrutturazione, il completamento e la trasformazione di strutture già operanti;
- la riconversione e la riattivazione di strutture e di processi produttivi già operanti.

Le imprese beneficiarie, per i periodo minimo previsto nelle direttive di attuazione degli interventi, sono tenute a mantenere la destinazione artigiana dei beni oggetto d’agevolazione e l’iscrizione all’Albo delle Imprese artigiane.

La legge dopo l’anno 2011 non è stata rifinanziata, al momento non risultano perciò programmati nuovi bandi. Continuano tuttavia le attività amministrative di gestione degli incentivi a suo tempo concessi in quanto, essendo legati ai piani di finanziamento (credito e leasing) con rimborso poliennale presentati dalle imprese, gli stessi devono essere erogati nel corso degli anni sino a completa estinzione.

Imprese artigiane operanti in Sardegna e costituite in forma di impresa individuale, societaria e cooperativa o in forma consortile o di associazione tra imprese artigiane, come previsto dalla legge 5 agosto 1985 n. 443 e successive modificazioni e integrazioni.

Iscrizione all'albo delle imprese artigiane di cui alla legge n. 443/1985.

Previsti nei Bandi e nelle direttive

Previsti nei Bandi e nelle direttive

Previsti nei Bandi e nelle direttive

Assessorato del turismo, artigianato e commercio
Direzione generale del turismo, artigianato e commercio
Servizio sostegno alle imprese
Viale Trieste, 105 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6067632
Fax: 070/6067760

torna all'inizio del contenuto