Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Flusso informativo della sindrome da immunodeficienza acquisita (Aids)



 Ultimo aggiornamento: 28-09-2015

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoIMP431
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Il sistema di sorveglianza dei casi di Aids, diagnosticati nelle strutture cliniche del Paese, è stato attivato nel giugno del 1984. L'Aids è stata inserita tra le patologie infettive a notifica obbligatoria ed attualmente compresa nella terza classe, ma è soggetta ad una notifica e ad un flusso informativo dedicato.

Il sistema di sorveglianza è gestito dal Centro operativo Aids (COA) dell'Istituto superiore di sanità il quale, in collaborazione con le regioni, provvede alla raccolta, all'analisi periodica, alla pubblicazione e diffusione di un rapporto trimestrale dei dati (vedi note).

Il medico che identifica un caso di Aids deve darne comunicazione all'Assessorato regionale della Sanità e all'Istituto superiore della sanità entro 2 giorni. La notifica individuale deve essere effettuata compilando un'apposita scheda (in triplice copia a ricalco), composta da due parti collegate tra loro da un codice prestampato: la prima parte contiene i dati anagrafici del paziente, la seconda tutte le altre informazioni.
Le due parti della scheda, dopo la compilazione, dovranno essere inviate separatamente in buste chiuse (recanti la dicitura "documenti sanitari riservati – l’apertura del presente plico da parte di persone diverse dall’utente è penalmente perseguibile (art. 616 c.p. e L. 675/96)") ai seguenti destinatari:
- la copia bianca all'Istituto superiore di sanità;
- la copia verde all'Assessorato regionale della Sanità.
La copia gialla dovrà, invece, rimanere al medico segnalatore del caso di Aids.
L'Assessorato regionale della Sanità cura la raccolta delle schede e provvede all’archiviazione del materiale cartaceo e delle informazioni in esso contenute su apposito e dedicato database informatico (assicurando che il rispetto delle disposizioni vigenti in materia di tutela della privacy e trattamento dei dati sensibili).
A fine anno l'Assessorato comunica all'Istituto superiore della sanità il numero dei nuovi casi.

Tutti gli operatori sanitari medici del Servizio sanitario regionale che, nell'esercizio della professione, vengano a conoscenza di un caso di Aids conclamato.

tutti i dati idonei ad identificare, anche indirettamente, i soggetti interessati sono comunque trattati nel rispetto dei principi indicati dalla normativa sulla tutela della privacy.

Assessorato dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale
Servizio promozione della salute e osservatorio epidemiologico
Via Roma, 223 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6065216
Fax: 070/6065266-6817

torna all'inizio del contenuto