Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



AIUTI PER L'ACQUISTO DI MANUFATTI ARTISTICI DESTINATI ALL'UTILIZZO E ALLA PROMOZIONE DEI PRODOTTI DELL'ARTIGIANATO



 Ultimo aggiornamento: 22-10-2015

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON44
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

POR FESR 2007-2013 - ASSE IV - Linea 4.2.4.a ''Promuovere un uso sostenibile ed efficiente delle risorse ambientali e sostenere l'attrattività e competitività del territorio valorizzando le risorse naturali e culturali per sviluppare il turismo sostenibile''

La Regione concede contributi a fondo perduto per l'acquisto di prodotti dell'artigianato artistico sardo , espressione dell'identità locale, di uso quotidiano e/o arredo (linea A) e per l'acquisto di corner espositivi e/o postazioni multimediali degli stessi (linea B).

I prodotti artistici acquistati, devono essere realizzati da soggetti regolarmente iscritti all’albo degli artigiani presso una delle sedi camerali della Regione Autonoma della Sardegna ed essere presenti nel sito “Vetrina
dell’artigianato Artistico” (www.sardegnaartigianato.com).

Queste le tipologie di intervento:
1)Linea A
– acquisto di manufatti dell’artigianato artistico sardo, destinati
ad un uso di utilità quotidiana (tovaglie, asciugamani, piatti..) o di arredo (tendaggi, letti, lampade, sopramobili, piattiere, cestini..) in grado
di caratterizzare e tipicizzare ambienti interni ed esterni di maggior fruizione al pubblico (ad es. hall, reception, sala ristorante, camere ...). Sono ammissibili i manufatti rientranti nelle categorie merceologiche:
Ceramiche, Intreccio, Legno, Metallo lavorato, Tessuti, Lapideo, Pellame, Vetro.

2)Linea B
- acquisto di corner espositivi e postazioni multimediali, elaborati nel rispetto dei modelli resi disponibili dall’Assessorato, da ubicare presso le stesse imprese beneficiarie, e adeguamento dei locali
destinati ad ospitare gli stessi corner o postazioni virtuali.

La procedura è a sportello e verrà gestita dal BIC sardegna SpA. Le imprese per poter beneficiare della concessione delle agevolazioni dovranno presentare la domanda completa della documentazione richiesta. Le domande saranno istruite secondo l'ordine cronologico di ricezione sino ad esaurimento delle risorse disponibili. L'amministrazione regionale si riserverà, anche per il tramite del BIC Sardegna di comunicare al richiedente , entro 15 giorni dalla presentazione della domanda, l'eventuale impossibilità di procedere all'istruttoria per esaurimento dei fondi. Le domande che avranno superato la verifica di ammissibilità formale saranno sottoposte a valutazione di merito da parte del Bic in base ai seguenti criteri di valutazione:
- coerenza dell'operazione;
- efficacia dell'operazione;
- efficienza dell'operazione;
- utilità dell'operazione.

Le agevolazioni verranno concesse a seguito del raggiungimento o superamento della soglia minima prevista pari a 35 punti e saranno erogate subordinatamente all'effettiva realizzazione degli investimenti ritenuti ammissibili e sulla base della documentazione di spesa presentata in unica soluzione al completamento degli interventi.

L'elenco di tutta la documentazione da allegare ai giustificativi di spesa per l'erogazione del contributo nonchè per la rendicontazione finale dell'intervento, sarà reso disponibile ai beneficiari a seguito della concessione provvisoria delle agevolazioni.

L'impresa dovrà completare il programma di investimenti entro 3 mesi dalla data del provvedimento di concessione provvisoria delle agevolazioni.

Entro 30 giorni dal completamento del programma, l'impresa dovrà presentare al BIC Sardegna tutta la documentazione finale di spesa.

Entro 20 giorni dal ricevimento di tutta la documentazione richiesta, il BIC invia all'Assessorato del turismo la proposta di concessione definitiva delle agevolazioni, il quale entro 10 giorni, provvederà all'emissione del provvedimento di concessione definitiva disponendo l'erogazione del saldo del contributo in base alle spese sostenute e riconosciute.

Grandi imprese e Piccole e medie imprese che gestiscono strutture ricettive

1) essere regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese;
2) essere operanti in uno dei seguenti settori della classificazione Istat Ateco 2007 come risultante dal certificato camerale:
- 55.10.00 alberghi;
- 55.20.10 villaggi turistici;
- 55.30 aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte.
Le imprese (leggi regionali n. 22/1984 e n. 27/1998) dovranno gestire aziende ricettive classificate:
- albergo, villaggio albergo, albergo diffuso (3, 4 o 5 stelle)
- albergo residenziale, villaggio turistico, campeggio (3 o 4 stelle).
3) garantire un periodo di apertura della struttura di almeno 5 mesi;
4) avere la piena disponibilità degli immobili all'interno dei quali sono ubicate le strutture nei quali saranno utilizzati, esposti i manufatti artistici o dove verranno posizionati i corner espositivi, in forza di idonei titoli aventi data certa debitamente registrati(titoli di proprietà, diritto reale di godimento, locazione, anche finanziaria, o comodato, anche nella forma di contratto preliminare di cui all’art. 1351 del codice civile)per un periodo di almeno 5 anni decorrente dalla
data di chiusura degli interventi, come da idoneo titolo giuridico (es. contratto di locazione, comodato, leasing, atti di concessione, etc.);
5)essere operative e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di scioglimento o liquidazione e non essendo sottopost
e a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata;
6) essere in regola con gli adempimenti previsti dalle Norme sul Sistema statistico nazionale e sulla riorganizzazione dell'Istituto nazionale di statistica, ai sensi dell'art. 24 della L. 23 agosto 1988, n. 400”;
7) essere operanti in regime di contabilità ordinaria, ad eccezione delle micro imprese che sono ammissibili alle agevolazioni anche se operano in regime di contabilità semplificata;
8) agire nel pieno rispetto delle vigenti norme in materia ambientale, di edilizia e urbanistica e di destinazione d’uso in relazione alla attività svolta, del lavoro con particolare riferimento agli obblighi contributivi, sulla prevenzione degli infortuni e in materia di pari opportunità;
9) essere iscritte all’Inps e possedere una situazione di regolarità contributiva;
10)non rientrino tra quelle che hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti che sono individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
11) non essere state destinatarie, nei tre anni precedenti la data di scadenza, di provvedimenti di revoca di agevolazioni.

La domanda dovrà pervenire entro le ore 12 del 10 luglio 2015 a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo:
bicsardegna.protocollo@pec.it .

L'oggetto della mail dovrà riportare la seguente dicitura: "Avviso incentivi per l'acquisto e la promozione di manufatti di artigianato sardo";
La casella di posta elettronica certificata (PEC) da cui inoltrare la domanda dovrà essere intestata all'impresa richiedente, rilasciata da uno dei gestori di PEC, e dovrà corrispondere a quella comunicata dall'impresa al registro delle imprese.

Domanda in formato "pdf" sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa richiedente con "firma elettronica digitale" in corso validità accompagnata dalla seguente documentazione:

1. modulo di domanda compilato in formato “calc” di open-office, non protetto da password e non firmato digitalmente;
2. copia del documento d’identità del legale rappresentante dell’impresa
proponente;
3.“Progetto di valorizzazione dei manufatti dell’artigianato artistico
”, descrittivo degli interventi e dei costi per cui si avanza richiesta di contributo, composto dalle seguenti Sezioni(Linea A e Linea B):
a. descrizione dei manufatti di artigianato artistico e dell’intervento
indicante:
- modalità uso (es. arredo, esposizione, uso quotidiano..);
- destinazione dei manufatti negli ambienti (camere, ristorante,...);
- categoria merceologica;
- numero artigiani;
- numero manufatti.
b. piano di spesa proposto;
4. preventivi degli artigiani relativi ai manufatti che si intendono acquistare. I preventivi devono esporre con precisione le quantità ed i prezzi unitari (Linea A e Linea B);
5. planimetria di dettaglio dei locali al cui interno si intende posizionare i manufatti artistici, il corner espositivo e la postazione multimediale (Linea A e Linea B);
6. dettaglio dei moduli dei corner espositivi e della postazione multimediale
prescelti tra quelli descritti all’interno dell’Allegato 2(Linea B);
7.in caso di opere murarie (Linea B):
- preventivo del professionista prescelto (per spese per le prestazioni del tecnico per la progettazione architettonica del corner espositivo e della postazione multimediale, purché abilitato e iscritto ad un ordine professionale coerente con l’attività di progettazione svolta, compresa eventuale direzione lavori);
- idonea documentazione progettuale, computo metrico analitico che attesti i titoli abilitativi necessari e/o posseduti per la realizzazione di opere murarie, l'idoneità dei locali individuati all'interno della strutturaad ospitare la vetrina nonchè il rispetto dei vincoli edilizi ed urbanistici degli immobili e che la destinazione d'uso degli stessi sia rispondente agli interventi previsti per spese per l’adeguamento dei locali destinati ad ospitare i corner espositivi, per le quali non siano necessarie specifiche autorizzazioni o le stesse siano già possedute dalle imprese al momento dell’inoltro della domanda. Tutta la documentazione dovrà essere sottoscritta digitalmente da un tecnico abilitato e dal legale rappresentante dell'impresa richiedente.

Per l'EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI: saranno erogate subordinatamente all'effettiva realizzazione degli investimenti ritenuti ammissibili e sulla base della documentazione di spesa presentata in unica soluzione al completamento degli interventi.

Potrà essere erogata a titolo di anticipazione, una quota fino ad un massimo del 50% del contributo ammissibile, tramite presentazione di fideiussione bancaria o polizza assicurativa. L'erogazione dell'anticipazione sarà disposta dal Bic Sardegna entro 20 giorni dal ricevimento di tutta la documentazione richiesta o dell’ultima integrazione fornita.

Le spese sostenute dai beneficiari devono essere adeguatamente giustificate attraverso la presentazione della seguente documentazione: originale delle fatture o di altri documenti contabili civilmente e fiscalmente validi, debitamente quietanzati ed intestati all'impresa beneficiaria, contenenti il dettaglio dei beni e servizi acquistatie i costi unitari.

Sugli originali dei titoli di spesa dovrà essere apposta la seguente dicitura "Intervento finanziato con risorse POR FESR 2007-2013 - Asse IV, Linea di attività 4.2.4.a - "Corner e vetrine".


Marca da Bollo da 16 euro

Un servizio di assistenza tecnica quale supporto per gli operatori turistici interessati al progetto, che verrà erogato attraverso le seguenti modalità:
- siti istituzionali della regione sardegna e del Bic Sardegna in cui sono presenti delle sezioni dedicate al progetto;
- email all'indirizzo avvisocorner@bicsardegna.it, attraverso la quale viene data risposta alle richieste degli operatori turistici interessati al progetto;
- sportello informativo telefonico (070.2796414) attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.20 ed il pomeriggio del martedì e giovedì dalle ore 15 alle 17, attraverso il quale viene data risposta alle richieste degli operatori turistici interessati al progetto e viene garantito un supporto tecnico finalizzato a fornire assistenza diretta nella presentazione delle domande.

Ufficio: Bic Sardegna- Sardegna Impresa e sviluppo
Via Cesare Battisti, 14, 09123 Cagliari
Orari di ricevimento: Per informazioni ed eventuali chiarimenti di carattere tecnico-amministrativo inviare una e-mail all'indirizzo: avvisocorner@bicsardegna.it

Assessorato del turismo, artigianato e commercio
Direzione generale del turismo, artigianato e commercio
Servizio promozione
Viale Trieste, 105 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6067208
Fax: 070/6067292

torna all'inizio del contenuto