Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



FONDO UNICO PER L’INTEGRAZIONE DEI FONDI RISCHI DEI CONSORZI DI GARANZIA FIDI



 Ultimo aggiornamento: 21-12-2018

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCIT443
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge regionale n. 14 del 19 giugno 2015, art. 2

Con l’obiettivo di favorire l’accesso al credito delle imprese, la Regione, attraverso l'istituzione di un fondo unico, provvede alla concessione di contributi destinati all’integrazione del fondo rischi dei consorzi fidi.

Il fondo unico persegue gli obiettivi di razionalizzazione ed efficientamento dei meccanismi di incentivazione pubblica destinati ai confidi. Il fondo unico è a regia regionale e gestito dell’Assessorato della Programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio.

Il funzionamento del fondo è caratterizzato da una programmazione pluriennale, dalla multisettorialità e da procedure semplificate e standardizzate di erogazione, nonché da meccanismi di controllo e monitoraggio sull'utilizzo delle risorse pubbliche e sul loro impatto nei confronti delle piccole e medie imprese.

L’Assessorato della programmazione effettua i controlli di ricevibilità e ammissibilità e conclude il procedimento entro il 31 dicembre 2016, e comunque non oltre il termine di 30 giorni dalla scadenza del termine previsto per la presentazione della domanda, con la pubblicazione sul sito istituzionale della Regione Sardegna della graduatoria, redatta nel rispetto dei criteri di ammissibilità e meccanismi di premialità fissati dal disciplinare e con l'indicazione dei beneficiari e dei relativi importi del contributo a ciascuno assegnato.

Il contributo assegnato e impegnato alla pubblicazione della graduatoria è erogato entro febbraio dell’anno successivo. Ai fini della rendicontazione, la
gestione e la valorizzazione del contributo erogato si realizzano nell’anno di erogazione.

Lo stanziamento pluriennale viene rideterminato di anno in anno anche alla luce delle risultanze dell’attività di monitoraggio svolta dall’Osservatorio dei Confidi.

Possono presentare domanda i Consorzi fidi, anche senza sede operativa in Sardegna purché nella medesima domanda si impegnino, per l’ipotesi in cui risultino assegnatari di contributo, ad istituire ed a rendere operativa tale sede nel termine di 60 giorni dalla assegnazione delle risorse.

Sono esclusi dal presente intervento gli aiuti concessi ai confidi del settore agricolo.

I Consorzi di garanzia fidi, oltre a possedere i requisiti richiesti, dovranno attestare mediante dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del confidi nonché dal Presidente del Collegio Sindacale:

- di essere costituiti da micro, piccole e medie imprese, industriali, commerciali, turistiche, di servizi e artigiane;
- di essere vigenti alla data del 31 dicembre precedente all’anno di assegnazione;
- di essere iscritti nel registro delle imprese ed in regola con il pagamento del diritto annuale;
- di essere iscritti nell’albo degli intermediari finanziari;
- di prevedere nel proprio Statuto la possibilità di accesso a tutte le imprese, anche se non aderenti ad associazioni di categoria;
- di avere sede operativa nel territorio regionale o, in mancanza, impegnarsi a stabilirla nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione sul sito della determinazione di assegnazione provvisoria delle risorse;
- di avere il bilancio certificato;
- di avere sottoscritto il protocollo per la registrazione contabile dei contributi e per la rilevazione contabile delle sofferenze;
- che non sono state apportate variazioni allo statuto o, in alternativa, l’indicazione degli estremi della presentazione al Registro Imprese di eventuali modificazioni;
- che non sono in corso procedure concorsuali o d’amministrazione controllata con allegata copia del documento d’identità del Presidente del Consiglio d’amministrazione e del Presidente del Collegio sindacale;
- il numero totale dei soci, con la specificazione di quelli con sede operativa nella Regione Sardegna, al 31 dicembre 2015;
- l’iscrizione alla Camera di Commercio, ai fini dell’acquisizione del certificato antimafia, nonché la regolarità con gli obblighi previdenziali e contributivi.

La domanda in regola con l’imposta di bollo (16 euro) e sottoscritta dal legale rappresentante del Confidi e, per la parte di competenza corrispondente al Modulo “Scheda rilevazione dati input”, dal Presidente del Collegio sindacale, dovrà essere trasmessa all’Assessorato della programmazione, bilancio, credito ed assetto del territorio, a pena di inammissibilità, entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 13 dicembre 2018, esclusivamente mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo: programmazione@pec.regione.sardegna.it.

Marca da Bollo 16 euro per la domanda

Assessorato della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio
Direzione generale dei Servizi finanziari
Servizio strumenti finanziari
Via Cesare Battisti s.n. - 09123 Cagliari
Telefono: 070/606.4627 - Dott.ssa Carla Manca
Fax: 070/6065789

torna all'inizio del contenuto