Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



AIUTI PER L'ACQUISTO DI RIPRODUTTORI MASCHI E FATTRICI FEMMINE PER MIGLIORARE LA PRODUZIONE E INCREMENTARE LA QUALITÀ DELLE CARNI BOVINE



 Ultimo aggiornamento: 17-03-2016

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON45
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge regionale n.1 del 14 maggio 2009, art. 4 comma 20

Per incrementare la qualità delle carni bovine, la Regione finanzia l'acquisto di riproduttori maschi e femmine delle diverse categorie e di qualità pregiata.

Le razze bovine ammesse a finanziamento sono:
- riproduttori maschi e femmine delle razze Charolaise, Limousine, Chianina, Piemontese, di età non superiore ai 5 anni, iscritti nei Libri genealogici;
- riproduttori maschi e femmine delle razze Sarda, Sardo-bruna, Sardo-modicana iscritti nei registri anagrafici di età non superiore a 5 anni;
- riproduttori maschi e femmine delle diverse categorie di razza Marchigiana, Maremmana, Podalica e Romagnola di età non superiore a 5 anni, iscritti nei Libri genealogici o nei Registri anagrafici di razza.

L'aiuto è concesso una sola volta per riproduttore ed è calcolato come percentuale sull'importo delle spese sostenute che figurano nella fattura di acquisto quietanzata
L'importo totale massimo degli aiuti, ottenuti da un'impresa, non può superare i 15mila euro nell'arco di tre esercizi finanziari (l'esercizio fiscale in cui l'aiuto è concesso più i due precedenti).

Argea darà priorità alle domande dei produttori che intendano acquistare riproduttori iscritti ai Libri genealogici di razza Charolaise, Limousine, Chianina, Piemontese di età non superiore a 5 anni. Qualora le risorse finanziarie non fossero sufficienti, si ridurrà l'intensità dell'aiuto concedibile in misura proporzionale.

A conclusione dell'istruttoria Argea Sardegna adotterà il provvedimento di approvazione e concessione dell’aiuto oppure di diniego da parte del dirigente competente.

Allevatori (singoli o associati) iscritti alla C.C.I.A.A. nel registro delle imprese agricole e all'Anagrafe regionale delle imprese agricole.

L'azienda si deve impegnare a detenere il riproduttore per almeno 2 anni, dalla data di registrazione nell'anagrafe zootecnica e a non richiedere l'aiuto per compravendita di riproduttori contraddistinti con lo stesso codice allevamento ASL.

Le domande dovranno essere presentate pressi i Servizi territoriali dell’Argea Sardegna competenti per territorio, entro le ore 12 del 3 giugno 2015.

- domanda di aiuto;
- fatture originali di acquisto regolarmente quietanzate (o documenti contabili equipollenti di acquisto);
- certificato genealogico rilasciato dall'Associazione provinciale allevatori competente per territorio che attesti l'appartenenza del soggetto al relativo Libro genealogico o al Registro anagrafico di razza e l'età e la categoria di pertinenza;
- copia di un valido documento d'identità fronte-retro.
Nella domanda dovrà, inoltre, essere presente il visto di congruità dei capi acquistati apposto dall'APA competente per territorio.

La documentazione deve essere inviata ai servizi territoriali di Argea Sardegna competenti per territorio.

Agenzia regionale per la gestione e l'erogazione degli aiuti in agricoltura (Argea Sardegna)
Servizio istruttorie e attività ispettive
Viale Adua, 1 - 07100 Sassari
Telefono: 079/2068481 -82 -83
Fax: 079/2068550

Ufficio: Ufficio relazioni col pubblico di Argea Sardegna
Via Caprera n. 8, 09123 - Cagliari
Telefono: 070 60262067

torna all'inizio del contenuto