Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



INTERVENTI PER LA TUTELA DELLE MINORANZE LINGUISTICHE STORICHE



 Ultimo aggiornamento: 15-10-2018

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON478
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge n. 482 del 15/12/1999, articoli 9 e 15

Lo Stato italiano tutela la lingua e la cultura delle popolazioni albanesi, catalane, germaniche, greche, slovene e croate e di quelle parlanti il francese, il franco-provenzale, il friulano, il ladino, l'occitano e il sardo.
In virtù del trasferimento delle funzioni amministrative con Decreto Legislativo n. 16/2016, la Regione Sardegna provvederà all’istruttoria dei progetti pervenuti e alla loro valutazione, nonché alla ripartizione e all’assegnazione delle risorse, come da criteri allegati alla Delibera di Giunta n. 26/39 del 30 maggio 2017.

Sono finanziabili i seguenti progetti:

a) Sportelli linguistici (vedi criteri allegati deliberazione n.26/39 del 2017). L’intervento prevede la realizzazione da parte delle pubbliche amministrazioni sportelli linguistici destinati ai rapporti con il pubblico che intende esprimersi in lingua minoritaria. Il personale che sarà adibito alle mansioni di operatore di Sportello linguistico deve possedere comprovate esperienze e competenze certificate in materia di lingua sarda e catalano di Alghero.

b) Formazione linguistica (vedi criteri allegati alla deliberazione n.26/39 del 2017). L’intervento prevede l’istituzione di corsi di formazione destinati prioritariamente al personale dipendente e finalizzati all'acquisizione di competenze nell'uso orale e scritto della lingua minoritaria da utilizzare nell'attività amministrativa. I corsi potranno essere aperti anche ai cittadini.

c) Progetti a carattere culturale (vedi criteri allegati alla deliberazione n.26/39 del 2017). Tali progetti devono avere come obiettivo la diffusione della lingua sarda e del catalano di Alghero e devono essere caratterizzati dall’uso della stessa lingua nella loro realizzazione.

Dotazione finanziaria:

Il finanziamento ammonta a 690.635,00 euro per il sardo e a 32.077,00 euro per il catalano di Alghero. Le risorse non utilizzate per le annualità precedenti, potranno essere destinate ai progetti dell’annualità 2017, previa verifica degli equilibri costituzionali del pareggio di bilancio.

Durata e conclusione dei progetti

La durata dei nuovi progetti può essere di dodici mesi o di otto mesi, qualora ci si raccordi col progetto di riallineamento, riferito alle aggregazioni e ai finanziamenti delle annualità precedenti; la durata del progetto di riallineamento può essere ridotta da 8 fino a 4 mesi.
La conclusione dei progetti dovrà essere prevista, con tempistica, entro il 2019.

Riallineamento annualità precedenti(lettera g punto 2.2)

Gli Enti beneficiari nell’ultimo triennio o quadriennio e che hanno in essere finanziamenti sono tenuti a presentare un progetto di riallineamento, come previsto criteri allegati alla deliberazione n.26/39 del 30/05/2017 .La nuova rimodulazione, anche per più annualità, nel riconsiderare l’ammissibilità accordata dal Ministero, comunicata a suo tempo, deve tener conto delle attività e delle ore di sportello da ridursi proporzionalmente fra la richiesta valutata ammissibile e il finanziamento assegnato, e quindi proporre il riallineamento con la nuova tempistica di realizzazione e la durata che può essere ridotta fino a 4 mesi.
Tale riallineamento obbligatorio, pena l’esclusione dal riparto 2017, può essere previsto per singole linee di intervento.
Per quanto non rimodulato nel riallineamento, gli Enti capofila e/o aderenti al progetto devono sottoscrivere formale rinuncia sul modulo domanda.

Erogazione dei finanziamenti

L’erogazione dei finanziamenti avverrà attraverso le seguenti modalità:
- un importo pari al 60% del finanziamento, a comunicazione di avvio del progetto e di osservanza dei Patti di Integrità (DGR 30/16 del 16/06/2015)
- il restante 40% a saldo, dopo la presentazione del rendiconto.

Enti locali, camere di commercio, aziende sanitarie locali

- soggetti in possesso dei requisiti indicati e definiti dall’art. 8, comma 3, del DPR 345/2011 (vedi normativa);
- soggetti beneficiari di finanziamenti nelle annualità precedenti tenuti a presentare progetti di durata ridotta da 8 fino a 4 mesi, al fine di consentire il progressivo riallineamento.

La documentazione, dovrà pervenire entro le ore 12 del 19 ottobre 2018 esclusivamente tramite e-mail all'indirizzo di posta elettronica certificata: pi.cultura.sarda@pec.regione.sardegna.it .


Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Ufficio: Servizio lingua e cultura sarda
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari - Viale Umberto, 72 – 07100 Sassari
Telefono: Cristina Baiocchi tel. 070/6064544 (Cagliari)
Fax: 070/6064127

torna all'inizio del contenuto