Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Albo regionale del Servizio civile nazionale: adeguamento degli enti e delle organizzazioni già iscritte



 Ultimo aggiornamento: 03-07-2018

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoASS51
TIPOLOGIA
Iscrizioni, Registri, Graduatorie Iscrizioni, Registri, Graduatorie
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Gli enti e le organizzazioni già iscritti all'albo regionale del Servizio civile nazionale possono richiedere la modifica delle sedi e delle risorse professionali o il passaggio alla classe superiore presentando la domanda di adeguamento all'ufficio regionale competente.

L’ufficio provvederà all’istruttoria delle richieste e ad accogliere o respingere le domande di adeguamento, dandone comunicazione all’ente.
In caso di esito positivo, l’iscrizione dell’ente all’albo sarà adeguata secondo quanto richiesto oppure per quanto risultante dall’istruttoria.

Una volta ottenuto l’adeguamento, l’ente è obbligato a mantenere i requisiti e a comunicare qualsiasi variazione riguardante i dati anagrafici, le sedi di attuazione di progetto e le figure previste, in modo da consentire all'ufficio di valutare la validità degli stessi e il permanere dell’ente nella classe di accreditamento alla quale è iscritto.
L'ufficio verifica la persistenza dei requisiti per l'accreditamento anche mediante i controlli previsti dal Decreto ministeriale del 6 maggio 2015 (vedi sezione normativa).
Il venir meno anche di uno dei requisiti richiesti per l'accreditamento comporta la cancellazione dell'ente dall'albo.

enti pubblici, associazioni e organizzazioni private non a scopo di lucro, iscritti all'albo regionale del Servizio civile nazionale, sezioni A) e B) Regione Sardegna (vedi nota 1).

180 giorni dalla data di ricezione della domanda da parte dell’Assessorato del Lavoro

la presentazione delle domande di accreditamento non ha vincoli temporali.

domanda di adeguamento all'albo regionale, firmata dal legale rappresentante dell’ente o da un suo delegato (in questo caso occorrerà allegare l'atto di delega). La domanda dovrà essere accompagnata dalla documentazione necessaria per la tipologia di adeguamento richiesta (sedi, risorse, passaggio di classe), elencata nella scheda A per la quarta classe, B per la terza classe, C per la seconda classe e D per la prima classe (vedi nota 2 e sezione allegati).

La stessa domanda di adeguamento deve essere presentata per la richiesta di passaggio da una classe di accreditamento all'altra. In questo caso, la domanda dovrà essere accompagnata dalla documentazione che dimostri il possesso dei requisiti richiesti per l'accesso alla classe immediatamente superiore, anch’essa elencata nelle già citate schede B (per adeguamento dalla quarta alla terza classe), C (per adeguamento dalla terza alla seconda classe) e D (per adeguamento dalla seconda alla prima classe).

In entrambe le ipotesi, la richiesta deve essere presentata in modalità totalmente online tramite il sistema informatico Helios, secondo la seguente procedura:
1) accesso al sistema Helios con il codice di utenza e la password ricevuti per l’accreditamento. In caso di smarrimento, è possibile rivolgersi all'ufficio regionale competente;
2) inserimento nel sistema informatico dei dati e della documentazione prevista. Al termine dell’operazione il sistema rilascerà un documento comprovante l’avvenuta presentazione della richiesta di adeguamento;
3) presentazione all'ufficio regionale competente, esclusivamente tramite pec all'indirizzo lav.serviziocivile@pec.regione.sardegna.it, della domanda di adeguamento all'albo (Mod. 1b), firmata digitalmente dal legale rappresentante dell'ente o da un suo delegato (in questo caso occorrerà allegare l'atto di delega). La domanda dovrà essere completa della copertina rilasciata dal sistema Helios a conclusione della fase di inserimento dei dati e della documentazione.

1) L’albo regionale degli enti e delle organizzazioni di Servizio civile nazionale è suddiviso nelle seguenti sezioni:
- nella sezione A sono iscritti gli enti pubblici e le organizzazioni private no profit di rilevanza regionale (enti con sede legale nella Regione e sedi d’attuazione dei progetti in non più di altre 3 regioni);
- nella sezione B sono iscritte le sedi d'attuazione di progetto di enti iscritti in altri albi regionali o provinciali (enti con sede legale in altre regioni o province autonome e sedi d’attuazione dei progetti in non più di altre 3 regioni tra le quali, in questo caso, la Sardegna);
- nella sezione C sono iscritte le sedi d'attuazione di progetto di enti iscritti all’albo nazionale (enti con sedi d’attuazione dei progetti in almeno 5 tra regioni e province autonome).

2) Gli enti e le organizzazioni sono raggruppati in classi di accreditamento:
a) la quarta classe riguarda gli enti che gestiscono da 1 a 5 sedi di attuazione di progetto e hanno una possibilità massima di impiego di 20 volontari;
b) la terza classe raggruppa gli enti che gestiscono da 6 a 25 sedi di attuazione di progetto e hanno una possibilità massima di impiego di 100 volontari;
c) la seconda classe raggruppa gli enti che gestiscono da 26 a 100 sedi di attuazione di progetto e hanno una possibilità massima di impiego di 400 volontari;
d) la prima classe raggruppa gli enti che gestiscono più di 100 sedi di attuazione di progetto e hanno una possibilità massima di impiego pari al 10% del contingente annuo dei volontari.

Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Direzione generale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio coesione sociale
Via San Simone 60 ( piano 6°) - 09122 Cagliari
Telefono: Tina Marras 070/6065806 - Catia Becuzzi 070/6065516

torna all'inizio del contenuto