Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Opere realizzate con materiali e sistemi costruttivi disciplinati dalle norme tecniche: adempimenti connessi



 Ultimo aggiornamento: 13-02-2020

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCIT516
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Denuncia opere strutturali

Sono soggette agli adempimenti di deposito della documentazione di seguito elencata le opere realizzate in materiali e sistemi costruttivi disciplinati dalle norme tecniche in vigore.

Possono essere presentate al Servizio del Genio Civile competente e allo Sportello Unico comunale solo le denunce, previste dall’art. 65 del D.P.R. n. 380/01, relative ad opere che non rientrano nella competenza del SUAPE.
Il Servizio del Genio Civile competente per territorio, verificata la regolarità formale della documentazione, dopo la protocollazione provvede a rilasciare l'attestazione di avvenuto deposito.
La documentazione presentata tramite PEC è archiviata sul sistema informatico della Regione Sardegna.

Il Costruttore presenta la denuncia delle opere.
Il Direttore dei lavori presenta la relazione a strutture ultimate.
Il Collaudatore presenta il certificato di collaudo statico.
La documentazione, deve essere presentata digitalmente alla PEC del Servizio Genio Civile competente per territorio e alla PEC dell’Amministrazione comunale.
Gli elaborati allegati alla PEC, a pena di irricevibilità, devono rispettare le seguenti specifiche:
 tutti gli elaborati grafici devono essere presentati in formato .dwf
 tutti gli altri elaborati devono essere presentati in formato .pdf
 tutti gli elaborati e documenti devono essere firmati digitalmente (formato .p7m) dai soggetti competenti.
Non sono ammesse deleghe.
Solo il committente, qualora non fosse in possesso della firma digitale, può sottoscrivere la nomina del collaudatore sul modulo cartaceo, che dovrà essere scannerizzato, e controfirmato digitalmente (formato .p7m) dal collaudatore.

Le strutture soggette all'obbligo di denuncia sono quelle realizzate con materiali e sistemi costruttivi disciplinati dalle norme tecniche in vigore.
Le opere oggetto di denuncia presso il Servizio del genio civile competente e presso lo sportello unico comunale sono quelle che non rientrano nelle competenze del SUAPE.

La denuncia deve essere presentata prima dell’inizio dei lavori concernenti le strutture.

A) Denuncia inizio lavori
Prima dell'inizio dei lavori deve essere presentata al Servizio del Genio Civile competente e allo sportello unico comunale, la seguente documentazione:
 denuncia di inizio lavori, in bollo, firmata dal legale rappresentante dell'impresa (nella denuncia devono sempre essere indicati i nominativi e i recapiti del committente, del progettista delle strutture, del direttore dei lavori delle strutture e del costruttore);
 planimetria in scala adeguata con l'ubicazione dell'opera;
 copia del titolo edilizio;
 progetto delle strutture firmato dal progettista, composto da:
 relazione di calcolo;
 relazione illustrativa dei materiali impiegati, firmata anche dal direttore dei lavori;
 elaborati grafici;
 particolari costruttivi;
 piano di manutenzione delle strutture;
 copia dell'atto di nomina del collaudatore, scelto dal committente, completo di accettazione dell'incarico da parte del collaudatore.
Quando non esiste il committente e il costruttore esegue in proprio, è fatto obbligo al costruttore di chiedere, anteriormente alla presentazione della denuncia, una terna di nominativi all'ordine provinciale degli ingegneri o a quello degli architetti fra i quali scegliere il collaudatore.
B) Relazione a strutture ultimate
Ultimate le parti della costruzione che incidono sulla stabilità della stessa, entro il termine di sessanta giorni, il direttore dei lavori deposita al Servizio del Genio civile competente e allo sportello unico comunale, la relazione, in bollo, con i relativi allegati di cui all'art 65 del D.P.R. n. 380/01;
C) Certificato di collaudo statico
Completata la struttura con la copertura dell’edificio, il direttore dei lavori ne dà comunicazione al collaudatore che ha 60 giorni di tempo per effettuare il collaudo.
Il certificato di collaudo di cui all'art. 67 del D.P.R. n. 380/01, in bollo, verrà depositato al Servizio del Genio civile competente e allo Sportello unico comunale;
D) Eventuali varianti o integrazioni devono essere presentate con le stesse modalità della denuncia iniziale.
E) Variazioni riguardanti il costruttore, il direttore dei lavori, il collaudatore, devono essere comunicate, al Servizio del Genio civile competente e allo Sportello unico comunale.

2 marche da bollo da 16 euro da applicare alla denuncia di inizio lavori.

Note:
Per tutte le pratiche per le quali è stata già presentata la denuncia in modalità cartacea, tutte le successive fasi amministrative, fino al deposito del certificato di collaudo dovranno essere presentate in formato cartaceo.
Una volta avviato il procedimento non sarà possibile procedere con diverse modalità di deposito per le diverse fasi della stessa pratica, per cui se una pratica “nasce” cartacea dovrà necessariamente procedere e concludersi in modalità cartacea, se invece “nasce” digitale dovrà procedere e concludersi in modalità digitale.

Servizio del Genio civile di Oristano (GCO)
Via Donizetti, 15/a - 09170 Oristano
Telefono: 0783/308702
Fax: 0783/308717
Orari di ricevimento: Per la denuncia, ultimazione e collaudo: tel. 0783 308709 - per l’accesso agli atti: tel. 0783 308709 - Fax: 0783/308717

torna all'inizio del contenuto