Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



OPERE IN CEMENTO ARMATO NORMALE, PRECOMPRESSO E A STRUTTURA METALLICA: adempimenti connessi



 Ultimo aggiornamento: 19-03-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCIT516
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

DPR n. 380 del 06/06/2001 articoli 65 e 67

Sono soggette agli adempimenti di deposito della documentazione di seguito elencata le strutture in conglomerato cementizio armato normale o precompresso e le strutture metalliche che assolvono a una funzione statica. Sono escluse da tali adempimenti:
-le opere in cui compaiono soltanto strutture in conglomerato cementizio normale non armato, le strutture murarie in laterizio;
-le opere di lieve entità statica (rif. a circolare Ministero LL.PP. del 4.02.1974 n° 11951; "sono quindi escluse dall'applicazione dell'art. 4 della legge (L 1086/1971), oltre le membrature singole, anche gli elementi costruttivi in cemento armato che assolvono una limitata importanza nel contesto statico dell'opera").
Il Servizio territoriale opere idrauliche competente per territorio, verificata la regolarità della documentazione, dopo la protocollazione provvede a restituire una copia vidimata al richiedente. La copia trattenuta agli atti e inserita nell'archivio dell'ufficio.

Committenti pubblici e privati.
Il deposito può essere richiesto tramite Suape, lo Sportello Unico per le Attività produttive e per l'edilizia.

Le strutture soggette all'obbligo di denuncia sono quelle composte da cemento armato normale o precompresso e le strutture metalliche.

Sono escluse dall'obbligo:
- le opere in cui compaiono soltanto strutture in conglomerato cementizio non armato, strutture murarie in laterizio, strutture in legno o simili;
- le opere di lieve entità statica;
- le opere costruite per conto di enti pubblici aventi un ufficio tecnico con a capo un ingegnere.

La denuncia deve essere presentata prima dell'inizio dei lavori.

A) Denuncia inizio lavori
Prima dell'inizio dei lavori deve essere presentata al Servizio territoriale opere idrauliche la seguente documentazione:
- 2 copie di denuncia di inizio lavori, in bollo da euro 16,00, firmate in originale dall'impresa (nella denuncia devono sempre essere indicati i nominativi e i recapiti del committente, del progettista, del progettista delle strutture, del direttore dei lavori e del costruttore);
- 2 copie di planimetria in scala adeguata con l'ubicazione dell'opera;
- 2 copie del permesso di costruire;
- 2 copie del progetto delle strutture firmato dal progettista delle strutture composto da:
o relazione di calcolo;
o relazione sui materiali impiegati, firmata anche dal direttore dei lavori;
o elaborati grafici;
o particolari costruttivi;
o piano di manutenzione delle strutture;
o relazioni specialistiche (Rif. Cap. 10 delle Norme tecniche per le costruzioni e relativa circolare esplicativa);
-2 copie dell'atto di nomina del collaudatore, scelto dal committente, completo di accettazione dell'incarico da parte del collaudatore (quando non esiste il committente e il costruttore esegue in proprio, è fatto obbligo al costruttore di chiedere, anteriormente alla presentazione della denuncia,
una terna di nominativi all'ordine provinciale degli ingegneri o a quello degli architetti fra i quali scegliere il collaudatore).
B)Relazione a strutture ultimate
A strutture ultimate, entro il termine di sessanta giorni, il direttore dei lavori depositerà al Servizio territoriale opere idrauliche competente, in duplice copia in bollo da euro 16,00, la relazione di cui all'art 6 della L. 1086/1971;
C)Certificato di collaudo statico
Entro sessanta giorni dall'ultimazione della struttura, il collaudatore depositerà al Servizio territoriale opere idrauliche, in duplice copia in bollo da euro 16,00, il certificato di collaudo di cui all'art. 7 della L. 1086/ 1971;
D)Eventuali varianti o integrazioni devono essere presentate con le stesse modalità della denuncia iniziale. Variazioni riguardanti il costruttore, il direttore dei lavori, il collaudatore, devono essere presentate in duplice copia in bollo, firmate in originale dal committente e dal nuovo incaricato.

2 marche da bollo da 16 euro da applicare alla denuncia di inizio lavori.

Note:
*Sono considerate opere in conglomerato cementizio armato normale, quelle composte da un complesso di strutture in conglomerato cementizio ed armature che assolvono ad una funzione statica.
Sono considerate opere in conglomerato cementizio armato precompresso quelle composte di strutture in conglomerato cementizio ed armature nelle quali si imprime artificialmente uno stato di sollecitazione addizionale di natura ed entità tali da assicurare permanentemente l'effetto statico voluto.
Sono considerate opere a struttura metallica quelle nelle quali la statica è assicurata, in tutto o in parte, da elementi strutturali in acciaio o in altri metalli.

Servizio del Genio civile di Cagliari (GCC)
Via Zara, 1 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6062252
Fax: 070/6066979

Servizio del Genio civile di Nuoro (GCN)
Via Dalmazia, 4 - 08100 Nuoro
Telefono: 0784/239237 - 3237
Fax: 0784/232580

Servizio del Genio civile di Sassari (GCS)
Viale Diaz, 23 - 07100 Sassari
Telefono: 079/2088300 - 079/2088351
Fax: 079/2088350

Servizio del Genio civile di Oristano (GCO)
Via Donizetti, 15/a - 09170 Oristano
Telefono: 0783/308702 - 0783/308716
Fax: 0783/308717

torna all'inizio del contenuto