Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



RILASCIO DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME PER LA REALIZZAZIONE DI CAMPI BOE E PUNTI D'ORMEGGIO



 Ultimo aggiornamento: 31-03-2016

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoAMB604
TIPOLOGIA
Autorizzazioni, Concessioni Autorizzazioni, Concessioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

La Regione rilascia concessioni demaniali marittime per il posizionamento di campi boe e per la realizzazione dei punti d'ormeggio.

Dopo la presentazione della domanda il Servizio demanio e patrimonio provvederà a verificarne la completezza e, eventualmente, a invitare l'interessato a regolarizzare la domanda entro i 15 giorni. Successivamente valuterà l'ammissibilità in base agli indirizzi contenuti nella deliberazione della Giunta regionale n. 28/45 del 26 giugno 2011. La realizzazione di campi boe in aree marine protette, parchi, siti d'interesse comunitario etc. è subordinata all'acquisizione dell'intesa con il Comune interessato.

Il sunto della domanda ammissibile dovrà essere pubblicato a cura dell'Ufficio competente, per un periodo di trenta giorni consecutivi, nell'albo pretorio del Comune e nel sito istituzionale della Regione Sardegna. Entro i 30 giorni indicati potranno essere presentate osservazioni e domande concorrenti.
La domanda presentata in forma singola preclude la possibilità di presentare ulteriori istanze in forma associata e viceversa. Le domande concorrenti vengono pubblicate solo nel sito istituzionale della Regione ed esclusivamente per l'acquisizione di eventuali osservazioni.

Le domande ritenute ammissibili verranno trasmesse agli uffici e alle amministrazioni competenti ad esprimere pareri o rilasciare nulla osta e autorizzazioni ( a seconda della tipologia della concessione: Comune, Capitaneria di Porto, Ente gestore dell'area marina protetta, ente parco, Assessorato regionale dei lavori pubblici - Servizio opere idrauliche, Assessorato regionale degli enti locali - Servizio tutela del paesaggio e vigilanza) per l'acquisizione dei pareri, nulla osta o autorizzazioni di competenza o, in alternativa, verranno sottoposte all'esame della conferenza di servizi convocata dal Servizio territorialmente competente. Le amministrazioni, indicheranno l'eventuale ulteriore documentazione necessaria per esprimere le valutazioni di propria competenza. Qualora, entro il termine perentorio di trenta giorni, non vengano prodotte tali integrazioni il Servizio competente emana motivato provvedimento di rigetto. Nel caso in cui le Amministrazioni esprimano parere favorevole in merito a diverse domande concorrenti, il Servizio competente invita i soggetti che le hanno proposte a presentare, con le modalità che verranno indicate nella lettera d'invito, una relazione corredata dalla documentazione che consenta di valutare la sostenibilità economico – finanziaria del progetto rapportata alla durata della concessione, con indicazione dettagliata delle risorse da investire, dei costi di gestione, dei servizi resi all'utenza, con le relative tariffe e delle modalità di organizzazione e di gestione dell'attività. Qualora i concorrenti non presentino la documentazione indicata nella lettera d'invito entro il termine perentorio di trenta giorni, il Servizio competente emana motivato provvedimento di rigetto.

La valutazione delle domande concorrenti verrà effettuata da apposita commissione, presieduta e nominata dal Direttore del Servizio competente. La concessione verrà rilasciata al richiedente che offra maggiori garanzie di proficua utilizzazione della concessione, ai sensi dell'art. 37 cod. nav., tenuto conto della qualità e fattibilità economica del progetto, delle risorse da investire in rapporto ai costi di gestione ed alla durata della concessione e della qualità dei servizi resi all'utenza quali: servizio assistenza all'ormeggio per l'arco dell'intera giornata; servizio navetta; sorveglianza diurna e notturna finalizzata alla tutela dell'area assegnata e delle imbarcazioni ormeggiate; servizio di primo soccorso; servizio per i disabili; attività connesse alla promozione turistica dell’area; servizio prelievo rifiuti; immediata reperibilità del personale in carica in caso di avverse condizioni meteo marine; dotazione di attrezzature e prodotti antinquinamento, etc.

Il Servizio competente rilascerà la concessione della durata di sei anni con le prescrizioni espresse in sede di conferenza di servizi dalle Amministrazioni a vario titolo coinvolte nel procedimento. Il rilascio della concessione è subordinato all'acquisizione dell'autorizzazione doganale, laddove necessaria, da parte dell'interessato .

Imprese e amministrazioni locali

essere in possesso dei requisiti di ordine morale e professionale.

Il termine di presentazione delle domande concorrenti è stabilito, di volta in volta, nell'avviso pubblico.

- modello D1 in bollo, scaricabile dal sito https://www.mit.gov.it., cartaceo e in formato file XML ottenuto dalla compilazione del software applicativo Do.Ri. sottoscritto dal richiedente e dal tecnico incaricato del rilievo, compilato in tutte le sue parti compreso il quadro UI e corredato dallo stralcio cartografico prodotto dal S.I.D. (fornito dal Servizio demanio e patrimonio territorialmente competente o dalla Capitaneria di Porto competente per territorio) per l'individuazione e la rappresentazione grafica da effettuare tramite rilievo geometrico poggiato su punti georeferenziati (coordinate GAUSS-BOAGA) dell'area richiesta.

Documentazione da allegare alla domanda:
- modello dichiarazione requisiti, accompagnata da copia del documento d'identità del dichiarante;
- attestazione, in originale, dell'avvenuto pagamento dell'importo di 155,00 euro per spese di istruttoria;
- il progetto (otto copie), sottoscritto da un tecnico abilitato, con indicazione delle aree a terra e degli specchi acquei oggetto dell'istanza, della tipologia delle strutture e delle opere in progetto. Il progetto deve contenere i seguenti elaborati:
1. relazione tecnico - illustrativa, nel rispetto delle indicazioni fornite dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 27/7 del 13 maggio 2008, con indicazione delle attività che si intendono esercitare;
2. planimetria quotata in scala 1:500 o altra scala idonea, nella quale deve essere rappresentato lo specchio acqueo richiesto e deve essere riportata l'ubicazione dei punti di ancoraggio e delle relative coordinate;
3. corografia I.G.M. in scala 1:25.000 in cui venga evidenziata la zona di interesse;
4. mappatura dei fondali, con indicazione della tipologia e con l'inquadramento delle eventuali praterie di poseidonia esistenti;
5. calcolo dimensionale degli ancoraggi (corpi morti etc…), delle catene di collegamento, in funzione del numero e tipologia (stazza) di imbarcazione/i da ormeggiare;
6. particolari costruttivi dei pontili galleggianti e delle passerelle, calcolo dimensionale degli stessi e verifica delle strutture (sollecitazioni vento e moto ondoso) e delle modalità di ancoraggio in funzione della tipologia di fondale rilevato;
7. eventuale documentazione fotografica con simulazione del posizionamento delle boe oggetto della concessione;
8. eventuale ricollocazione, riorganizzazione o eliminazione di corpi morti esistenti allo scopo di razionalizzare l’uso del mare territoriale.

- Qualora lo specchio acqueo oggetto di domanda di concessione ricada all'interno di aree SIC, ZPS, o soggette a particolari forme di tutela, il richiedente dovrà, inoltre, produrre:
1. relazione paesaggistica;
2. relazione di valutazione d'incidenza ambientale redatta in duplice copia da parte di un tecnico abilitato.

Inoltre, occorre presentare l'autorizzazione doganale, laddove necessaria, da parte dell'interessato.

- n. 1 marca da bollo per la domanda;
- spese d'istruttoria a carico dei concessionari, determinate nella misura di € 155,00 ai sensi dell'art. 11 del D.P.R. 15 febbraio 1952, n. 328 "Approvazione del regolamento per l'esecuzione del codice della navigazione (navigazione marittima)". Il pagamento deve essere effettuato mediante bonifico bancario sul conto corrente acceso presso UniCredit S.p.a. – Tesoreria regionale, intestato a Regione Autonoma della Sardegna, codice IBAN IT/ 15 / W / 02008 / 04810 / 000010951778 (per i bonifici da banche estere dovrà essere indicato il codice BIC SWIFT: UNCRITM1H60). Il pagamento può essere effettuato anche mediante versamento sul conto corrente postale n. 60747748, intestato alla "Regione Autonoma della Sardegna – Servizio Tesoreria". Nella causale deve essere riportata l'indicazione del capitolo EC372.064, del centro di responsabilità (C.d.R.) identificativo del Servizio cui viene presentata l'istanza, nonché la dicitura "spese di istruttoria per concessione demaniale marittima".

Il rilascio della concessione comporta:
- pagamento del canone demaniale dovuto allo Stato calcolato annualmente (da corrispondersi secondo le modalità e in base agli importi stabiliti dalla concessione) (decreto legge n. 400 del 5 ottobre 1993, art. 3);
- cauzione da costituire polizza fideiussoria assicurativa o bancaria, (D.P.R n. 328 art. 17) "Approvazione del regolamento per l’esecuzione del codice della navigazione (navigazione marittima), dell’importo pari al triplo del canone concessorio;
- la registrazione presso il competente Ufficio dell'Agenzia delle Entrate a cura e spese del concessionario.

Assessorato degli enti locali, finanze e urbanistica
Servizio demanio e patrimonio di Cagliari
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Fax: 070/6064230

Servizio demanio e patrimonio e autonomie locali di Sassari e Olbia Tempio
Via Roma, 46 - 07100 Sassari
Telefono: 079/2088773
Fax: 079/2088747

Servizio demanio e patrimonio e autonomie locali di Nuoro e Olbia- Tempio
Ufficio: Settore demanio
(sede di Nuoro) Via Dalmazia, 4 - 08100 Nuoro; (sede di Tempio) Via De Martis, s.n. - 07029 Tempio Pausania
Telefono: (sede di Nuoro) 079/679000 -0784/239011 - (sede di Tempio) 079/679000 - 079/679201
Fax: (sede di Nuoro) 0784/239002 - 3002 - (sede di Tempio) 079/679226

Servizio demanio e patrimonio e autonomie locali di Nuoro e Oristano
Via Cagliari, 238 - 09170 Oristano
Telefono: 0783/308608
Fax: 0783/308653

torna all'inizio del contenuto