Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Rilascio licenze per la pesca di tipo professionale in acque interne (categoria A tipo professionale)



 Ultimo aggiornamento: 09-01-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoAMB605
TIPOLOGIA
Autorizzazioni, Concessioni Autorizzazioni, Concessioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Licenze per i residenti nel territorio regionale della Sardegna

La legge regionale n. 9/2018, articolo 3, ha previsto che l’esercizio della pesca professionale nelle acque interne della Sardegna è subordinata al possesso della licenza di pesca di tipo A, di durata quinquennale.
La stessa legge regionale ha precisato che con decreto del Presidente della Regione, previa deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale competente in materia di pesca, sono stabiliti i requisiti da possedere ai fini del rilascio della licenza di pesca di tipo A e le modalità per la relativa verifica.
Le direttive di attuazione sono state approvate con deliberazione della Giunta regionale n. 52/46 del 23.10.2018 e Decreto del Presidente n. 110/2018.

La domanda di licenza di pesca professionale nelle acque interne della Sardegna può essere presentata da:
1. Imprenditori ittici che esercitano la pesca professionale nelle acque interne della Sardegna in forma autonoma, che risultino in possesso dei seguenti requisiti:
- iscrizione al registro delle imprese;
- possesso di partita IVA;
- iscrizione all’INPS nel regime assicurativo relativo al settore pesca.

2. Soci di cooperative di pescatori che esercitano la pesca professionale nelle acque interne della Sardegna, che risultino in possesso dell’iscrizione all’INPS nel regime assicurativo relativo al settore pesca. In questo caso la domanda di rilascio della licenza di pesca professionale deve essere sottoscritta sia dal pescatore che dal rappresentante legale della cooperativa.

Per poter presentare la domanda sono necessari la residenza in Sardegna ed il possesso dei requisiti specificati nel punto precedente.

Si precisa che nei casi in cui la richiesta di licenza di pesca professionale nelle acque interne della Sardegna sia presentata da un pescatore non ancora iscritto all’INPS, l’iscrizione nel regime assicurativo deve essere effettuata entro 30 giorni dal rilascio della licenza.

- Domanda in bollo da €16,00. Le domande presentate da soci di cooperative di pescatori che esercitano la pesca professionale nelle acque interne della Sardegna devono essere sottoscritte sia dal pescatore che dal rappresentante legale della cooperativa;
- marca da bollo da € 16,00 per il tesserino;
- N. 2 foto autentiche;
- Attestazione di iscrizione all'Inps nel registro dei pescatori (o dichiarazione di impegno all’iscrizione all’INPS entro 30 giorni dal rilascio della licenza);
- Ricevuta del versamento postale di € 20,00;
- Fotocopia del documento di identità.

La documentazione deve pervenire all'Assessorato dell'Agricoltura e riforma agro-pastorale, Servizio Pesca e acquacoltura - via Pessagno 4 - 09126 Cagliari.

Con Deliberazione della G.R. n. 52/46 del 23.10.2018 e Decreto del Presidente n. 110/2018 l’importo della tassa di concessione è stato stabilito nella misura di € 20,00.
L’adempimento della tassa ha validità quinquennale.

Il versamento della tassa potrà essere effettuato con una delle seguenti modalità:
- nel corso della compilazione della comunicazione, tramite il sistema online all'indirizzo: https://pagamenti.regione.sardegna.it/;
- sul conto corrente postale n. 60747748 intestato a Regione Autonoma Sardegna - Servizio Tesoreria;
- sul conto corrente bancario acceso presso il Banco di Sardegna S.p.a. - Tesoreria regionale, intestato a Regione Autonoma della Sardegna, il cui codice IBAN è IT/72/L/01015/04999/000070673111. Per i bonifici da banche estere dovrà essere indicato il seguente codice BIC SWIFT: BPMOIT22

Causale del pagamento:
Rilascio licenze di pesca in acque interne - UPB E372.006; Capitolo EC372.063.

Ai sensi dell’articolo 22 del R.D. n. 1604 del 1931, sono considerati pescatori professionali le persone che esercitano la pesca nelle acque interne quale esclusiva o prevalente attività lavorativa.
Per acque interne si intendono i fiumi, i laghi, gli stagni, ma anche le lagune e i bacini di acque salmastre, anche se in diretta comunicazione con il mare.

Assessorato dell'agricoltura e riforma agro-pastorale
Direzione generale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale
Servizio pesca e acquacoltura
Ufficio: Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale
Via Pessagno n. 4 - 09126 Cagliari
Telefono: 070.6067034
Orari di ricevimento: Dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13; i pomeriggi di lunedì e mercoledì dalle ore 16 alle ore 17

torna all'inizio del contenuto