Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



SOSTEGNO AL COMPARTO OVICAPRINO



 Ultimo aggiornamento: 18-07-2012

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCON645
TIPOLOGIA
Sussidi, Contributi, Agevolazioni Sussidi, Contributi, Agevolazioni
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

Legge regionale n. 15 del 2010, art. 1

L'Amministrazione regionale eroga un aiuto alle imprese agricole per favorire l'adesione ai sistemi di pagamento del latte a qualità e incentivare l'aggregazione dell'offerta attraverso le organizzazioni dei produttori e le cooperative. Per ottenere il contributo, l'imprenditore deve adottare la griglia di qualità: uno strumento che garantisce al produttore di ottenere una giusta e corretta remunerazione del latte e al trasformatore la qualità della materia prima.

L'aiuto è erogato, per l'anno 2010, nella misura massima di 3mila euro per impresa (sulla base dei capi ovini e caprini da latte adulti iscritti nella banca dati nazionale alla data del 13 dicembre 2010), mentre per gli anni 2011 e 2012, nella misura massima di 2500 euro per impresa.

IMPEGNI
L'aiuto è concesso a condizione che le imprese agricole beneficiarie:
1. si impegnino, contestualmente alla domanda, ad aderire entro il 31 maggio 2011 a una OP riconosciuta dall'Amministrazione regionale o a una società cooperativa esistente o, in alternativa, a una OP o una cooperativa di nuova costituzione;
2. si impegnino ad aderire a un sistema di pagamento del latte a qualità: a tale scopo dovrà essere adottata la griglia di qualità interprofessionale regionale adottata a seguito dell’intervenuto accordo fra le parti; in mancanza si farà riferimento alla griglia regionale allegata alla deliberazione della Giunta regionale n. 42/1 del 26 novembre 2010.

Il piano di qualità decorre dal 1° gennaio 2011 e per un anno avrà esclusivamente fini statistici, allo scopo di supportare le aziende ovi-caprine nell'attuazione del sistema di pagamento del latte a qualità. La data del 1° gennaio 2012, prevista per l'avvio operativo del progetto qualità, può essere prorogata di un anno, eccezionalmente per una volta soltanto.

L'Agenzia Argea Sardegna adotta la graduatoria unica regionale delle domande. A seguito del trasferimento delle risorse da parte dell'Assessorato dell'Agricoltura, Argea Sardegna dispone la liquidazione e il pagamento dell'aiuto relativo all'annualità 2010, in ordine di graduatoria.

REGOLARIZZAZIONE DELLE DOMANDE:
Coloro che hanno regolarmente presentato domanda di aiuto entro il 13 dicembre 2010 e sono in possesso dei requisiti di accesso alla misura, ma sono incorsi in omissioni o errori formali che ne hanno determinato l'inclusione nell'elenco delle pratiche non ammissibili, hanno presentato entro il 7 marzo 2011 richiesta di integrazione. Le domande regolarizzate sono state incluse in una graduatoria aggiuntiva di pratiche ammissibili, con priorità inferiore alla graduatoria ordinaria già approvata da Argea il 30 dicembre 2010.

Imprese agricole con sede e azienda in Sardegna, condotte da imprenditori agricoli professionali (IAP) o coltivatori diretti (CD).

- iscrizione all'apposito registro delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura;
- possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale o coltivatore diretto;
- sede e azienda in Sardegna;
- esercizio dell'allevamento ovino e caprino da latte, con una consistenza minima di 35 capi ovini e caprini adulti da latte iscritti alla Banca dati nazionale zootecnica alla data del 13 dicembre 2010.

Le imprese intestate alle persone giuridiche sono ammissibili all’aiuto se svolgono in modo esclusivo l’attività agricola e sono iscritte all’albo regionale degli IAP oppure nei seguenti altri casi:
- l'impresa è costituita in forma di società agricola di persone con almeno un socio coltivatore diretto iscritto nella relativa gestione previdenziale e assistenziale;
- l’impresa è costituita in forma di società agricola di capitali con almeno un amministratore coltivatore diretto iscritto nella relativa gestione previdenziale e assistenziale;
- l’impresa è costituita in forma di società cooperativa con almeno un socio amministratore coltivatore diretto iscritto nella relativa gestione previdenziale e assistenziale.

Il termine per la presentazione delle domande di contributo è scaduto il 13 dicembre 2010.
Il termine per la presentazionde delle richieste di regolarizzazione delle domande è scaduto il 7 marzo 2011.

Se inviate a mezzo posta l'indirizzo da utilizzare è il seguente:
Argea Sardegna, Area di coordinamento erogazioni e controlli, via Cagliari n. 276, 09170 Oristano.

DOCUMENTAZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AIUTO
Domanda di aiuto presentata nell'apposita modulistica contenente:
- dichiarazione sostitutiva di certificazione dei dati dell’impresa, compresi quelli relativi alle iscrizioni al registro delle imprese agricole presso la CCIAA e quello di iscrizione ai ruoli previdenziali agricoli dell’Inps;
- per le persone giuridiche, la dichiarazione inerente ai dati del socio o amministratore che conferisce la qualifica professionale alla società, compresi i dati di iscrizione ai ruoli previdenziali agricoli dell’Inps;
- la dichiarazione relativa all’eventuale avvenuta concessione di aiuti de minimis nel triennio 2008/2010.
- l’assunzione degli impegni previsti;
- la richiesta dell’aiuto pluriennale;
- la richiesta di pagamento dell’aiuto relativo all’annualità 2010.
Le domande di aiuto possono essere consegnate a mano o inviate a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento agli sportelli unici territoriali indicati in allegato. Sulla busta deve essere indicata la dicitura : richiesta di aiuto ex L.R. 15/2010, art. 1.
Le domande eventualmente consegnate in blocchi multipli da soggetti terzi delegati, dovranno essere accompagnate da apposita distinta.

DOCUMENTAZIONE PER LA REGOLARIZZAZIONE:
- richiesta di regolarizzazione;
- documentazione specificata nel modulo per ciascun motivo di esclusione.

Per il pagamento delle annualità successive, sulla base di apposite direttive della Giunta regionale, Argea emanerà specifici avvisi con le modalità operative per la presentazione delle richieste di liquidazione.

Ufficio: Le domande di aiuto devono essere presentate agli sportelli territoriali delle Agenzie Argea e Laore (vedi elenco nel campo allegati)

Agenzia regionale per la gestione e l'erogazione degli aiuti in agricoltura (Argea Sardegna)
Servizio erogazioni e controlli
Via Cagliari, 276 - 09170 Oristano
Telefono: 0783/308536
Fax: 0783/321574

torna all'inizio del contenuto