Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



TRASMISSIONE DATI DEGLI IMPIANTI PER L'INSERIMENTO NEL CATASTO DEGLI IMPIANTI FISSI CHE GENERANO CAMPI ELETTROMAGNETICI



 Ultimo aggiornamento: 11-05-2021

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoAMB672
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

-

Per consentire il censimento degli impianti fissi che generano campi elettromagnetici i gestori sono tenuti a trasmettere alla Regione i dati relativi agli impianti al fine dell'inserimento Catasto regionale degli impianti fissi che generano campi elettromagnetici.

Il catasto istituito presso il Servizio tutela dell'atmosfera e del territorio, contiene, per ciascun impianto, informazioni di carattere generale ed informazioni tecniche e georeferenziate e consente di visualizzare la distribuzione geografica delle sorgenti elettromagnetiche. Esso è essenziale ai fini della ''verifica di conformità'' ai limiti di esposizione, e pertanto la mancata trasmissione dei dati aggiornati, comporta una inevitabile sospensione del procedimento autorizzativo e costituisce motivo ostativo all’installazione di nuovi impianti.

Il catasto, aggiornato con le comunicazioni dei gestori degli impianti inerenti all’attivazione di nuovi impianti, o eventuali modifiche apportate a quelli esistenti, prevede il censimento delle seguenti tipologie di impianti:
• stazioni radio-base (Telefonia mobile);
• impianti di diffusione radio-TV;
• impianti amatoriali;
• impianti ponti-radio;
• impianti radar.

I gestori degli impianti sono tenuti a trasmettere al Servizio tutela dell'atmosfera una dichiarazione ai fini dell'inserimento dei dati degli impianti nel "Catasto degli impianti fissi che generano campi elettromagnetici".

I dati dovranno essere trasmessi entro 90 gg dalla data di autorizzazione dell'installazione/modifica degli impianti.

I gestori, nella compilazione delle schede, distinte per tipologie di impianto, dovranno fornire informazioni complete, dettagliate e attentamente verificate, sia per quanto attiene gli aspetti tecnici sia per quanto attiene gli aspetti amministrativi, con particolare riferimento agli estremi degli atti autorizzativi.

L’Arpas, nell’ambito del procedimento autorizzativo di modifica degli impianti esistenti, è tenuta alla verifica della corrispondenza dei dati dichiarati dal gestore con quelli presenti in catasto, e, nel caso in cui vengano rilevate discrepanze o incongruenze, provvede a darne tempestiva comunicazione al SUAP.
Il Suap e l’Arpas, d’intesa con il gestore, devono provvedere all’accertamento degli dati e, qualora venissero appurati errori nei dati contenuti nel catasto, l’Arpas provvederà a darne tempestiva informazione al Servizio tutela dell'atmosfera e del territorio dell’Assessorato della difesa dell’ambiente della Regione Sardegna, ai fini dell’aggiornamento del catasto.

Sono tenuti alla tramissione dei dati per l’inserimento nel catasto i gestori di:
- stazioni radiobase (telefonia mobile);
- impianti di diffusione radio - TV;
- impianti ponte radio;
- impianti radar.

La dichiarazione deve essere trasmessa entro 90 giorni dalla data di autorizzazione dell'installazione/modifica degli impianti

Dichiarazione per la trasmissione dei dati catastali che comprende la scheda anagrafica del soggetto gestore concessionario e la scheda tecnica degli impianti.

La dichiarazione dovrà essere trasmessa in formato elettronico tramite posta elettronica certificata all'indirizzo "difesa.ambiente@pec.regione.sardegna.it".

L’invio dei dati in formato cartaceo è consentito per i soli impianti amatoriali e radar. I dati dovranno essere trasmessi al Servizio tutela dell'atmosfera e del territorio in Via Roma, 80 - 09123 Cagliari.

Assessorato della difesa dell'ambiente
Direzione generale della difesa dell'ambiente
Servizio tutela dell'atmosfera e del territorio (TAT)
Via Roma, 80 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6065996
Fax: 070/6066721

torna all'inizio del contenuto