Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



Assegnazione degli incarichi vacanti di assistenza primaria



 Ultimo aggiornamento: 11-03-2019

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCIT73
TIPOLOGIA
Non definito
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

-

L'Assessorato dell'Igiene e sanità e dell'assistenza sociale pubblica ogni anno sul Buras, di norma entro la fine dei mesi di aprile e di ottobre, l'elenco degli ambiti territoriali carenti di medici convenzionati per l'assistenza primaria, individuati dalle aziende socio sanitarie locali (ASSL) rispettivamente alla data del 1° marzo e del 1°settembre dello stesso anno.

Entro 15 giorni dalla pubblicazione dell'elenco, i medici interessati devono presentare all'ufficio competente la domanda di assegnazione dell’incarico o di trasferimento per uno o più degli ambiti territoriali carenti.

Per prima cosa, l'ufficio incaricato procederà alle convocazioni per l'assegnazione delle sedi per trasferimento, sulla base dell'anzianità di servizio, ossia di iscrizione negli elenchi dei medici convenzionati per l’assistenza primaria (conteggiata tenendo conto dell'anzianità complessiva, detratti i periodi di eventuale cessazione dell'incarico, e di quella relativa all'ultima sede coperta, anche se compresa nella prima). A parità di anzianità di servizio, prevarranno la minore età, il voto di laurea e l'anzianità di laurea.
I trasferimenti sono possibili fino alla concorrenza di un terzo dei posti disponibili in ciascuna ASSL: in caso di disponibilità di un solo posto, questo sarà utilizzato per i trasferimenti.

Successivamente, l'ufficio incaricato procederà alle convocazioni per le assegnazioni ai medici non ancora titolari di incarico a tempo indeterminato, secondo l’ordine della graduatoria definita in base ai seguenti criteri:
- punteggio riportato nella graduatoria regionale per la medicina generale;
- attribuzione di 5 punti a coloro che abbiano la residenza nell’ambito territoriale carente per il quale concorrono. Tale requisito deve essere posseduto da almeno due anni antecedenti alla scadenza del termine per la presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria unica regionale e deve essere mantenuto anche al momento dell'attribuzione dell'incarico;
- attribuzione di 20 punti ai medici residenti in Sardegna da almeno due anni antecedenti alla scadenza del termine per la presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria unica regionale. Tale requisito deve essere posseduto anche al momento dell'attribuzione dell'incarico.
Sulla base della graduatoria, gli incarichi vacanti saranno ripartiti secondo le seguenti percentuali di riserva:
- il 60 per cento a favore dei medici in possesso dell'attestato di formazione specifica in medicina generale;
- il restante 40 per cento a favore dei medici in possesso di titolo equipollente.

I medici saranno convocati per l'assegnazione, tramite raccomandata con avviso di ricevimento o telegramma, presso la sede indicata dall'ufficio incaricato. Il giorno della convocazione, i medici dovranno indicare l’ambito territoriale per il quale accettano l’incarico e quelli che avranno richiesto il trasferimento di sede dovranno anche firmare una dichiarazione di accettazione con contestuale decadenza dalla sede di provenienza.

Gli atti relativi alle assegnazioni saranno successivamente trasmessi alle ASSL di destinazione, che completeranno la procedura per il conferimento dell’incarico (vedi, in normativa, l’art. 35 dell’accordo collettivo nazionale) ed instaureranno i rapporti di lavoro con i medici.
Al momento dell'attribuzione del nuovo incarico, i medici non dovranno svolgere altre attività, a qualsiasi titolo, nell'ambito del Servizio sanitario nazionale.

- medici già titolari di incarico di assistenza primaria a tempo indeterminato, che desiderano trasferirsi in altra sede;
- medici inseriti nella graduatoria unica regionale per la medicina generale valida per l'anno di riferimento.

possono richiedere il trasferimento per gli incarichi vacanti di assistenza primaria:
- i medici che siano già titolari di incarico di assistenza primaria in una sede della Regione Sardegna, a condizione che risultino iscritti da almeno due anni negli elenchi di provenienza;
- i medici già titolari di incarico in una sede di altra Regione, a condizione che risultino iscritti da almeno quattro anni negli elenchi di provenienza. Non è, invece, necessario aver richiesto l'inserimento nella graduatoria unica della Regione Sardegna.

All’assegnazione per nuovo incarico possono, invece, concorrere i medici che non siano ancora titolari di incarico a tempo indeterminato di assistenza primaria e che siano inseriti nella graduatoria unica regionale valida per l'anno di riferimento. Coloro che hanno conseguito l'attestato di formazione specifica in medicina generale dopo la data di scadenza del termine di presentazione della domanda di inclusione nella graduatoria possono partecipare all'assegnazione degli incarichi vacanti nell'ambito della riserva prevista per i medici in possesso di tale attestato (vedi alla voce "descrizione"), purché presentino il titolo di formazione specifica unitamente alla domanda di assegnazione dell’incarico.

15 giorni dalla pubblicazione dell'elenco degli incarichi vacanti sul Bollettino ufficiale della Regione Sardegna (Buras).

I termini per le ultime assegnazioni sono scaduti.

Per le assegnazioni ai medici non ancora titolari di incarico:
- domanda in bollo;
- dichiarazione sostitutiva di certificazione relativa alla residenza dell'interessato;
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio con cui l'interessato attesta che non sussistono situazioni di incompatibilità;
- (per i medici che abbiano conseguito l'attestato di formazione specifica in medicina generale dopo la scadenza del termine per richiedere l'inserimento nella graduatoria unica regionale e che vogliano accedere alla riserva indicata alla voce "requisiti") titolo di formazione specifica;
- fotocopia del documento d'identità in corso di validità.

Per i trasferimenti:
- domanda in bollo;
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativa all'anzianità di servizio e alla residenza dell’interessato;
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio con cui l'interessato attesta che non sussistono situazioni di incompatibilità;
- fotocopia del documento d'identità in corso di validità.

La documentazione dovrà essere compilata utilizzando i modelli disponibili nella sezione modulistica ed inviata, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo:
ASSL di Cagliari
via Pier della Francesca n. 1
09047 Selargius (CA)

Ufficio: Ufficio per le assegnazioni relative al 2014-2015-2016-2017 Dott.ssa Marinella Pischedda – tel. 070 47443690
ASSL di Cagliari - via Romagna 16 c/o Cittadella della Salute Pad. - 09100 CAGLIARI

Assessorato dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale
Servizio promozione e governo delle reti di cure
Ufficio: Settore assistenza sanitaria territoriale e materno-infantile
Via Roma, 223 - 09123 Cagliari
Telefono: 070/6065372

torna all'inizio del contenuto