Sportello Unico dei Servizi

I procedimenti online dell'Amministrazione Regionale

Supporto :



SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL "FONDO MICROCREDITO FSE" RIVOLTO AI LAVORATORI ESPULSI DAI PROCESSI PRODUTTIVI DEL SETTORE TESSILE



 Ultimo aggiornamento: 21-04-2016

Stato procedimento: In corso



CODICE UNIVOCO
Codice UnivocoCIT636
TIPOLOGIA
Finanziamenti Finanziamenti
LIVELLO DI INTERAZIONE
Non definito
LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE
Non definito
Invia Segnalazione Invia Segnalazione

Cosa è?

POR FSE 2007-2013 asse II occupabilità – Ob. Spec. e) Attuare politiche del lavoro attive e preventive, con particolare attenzione all'integrazione dei migranti nel mercato del lavoro, all'invecchiamento attivo, al lavoro autonomo e all'avvio di imprese

La Regione Sardegna ha previsto la realizzazione di interventi di microcredito nell'ambito del Programma Operativo Regionale FSE 2007-2013 costituendo un fondo rotativo per l'erogazione di prestiti.

L'obiettivo primario quello di sostenere l'avvio di nuove attività imprenditoriali da parte di soggetti espulsi dai processi produttivi del settore tessile, disoccupati, senza alcun sostegno al reddito per perdita dell'ammortizzatore sociale e/o ancora per breve tempo in fruizione di ammortizzatori sociali a vario titolo, con difficoltà di accesso al credito.

Ciascuna iniziativa selezionata sarà realizzata tramite la concessione di un microcredito, mutuo fino a 25.000 Euro a tasso zero, in linea con le priorità di intervento previste nella strategia di investimento declinata nel Piano Operativo e secondo le modalità e le condizioni previste.

Le proposte potranno avere una dimensione finanziaria compresa tra un minimo di 5.000,00 Euro e un massimo di 25.000,00 Euro in relazione alle spese ammissibili.

Sono da considerarsi prioritarie le proposte che rientrano nelle seguenti categorie di attività:
- turismo (alloggio, ristorazione, servizi);
- servizi sociali alla persona;
- tutela dell'ambiente;
- ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
- risparmio energetico ed energie rinnovabili;
- servizi culturali e ricreativi;
- servizi alle imprese (incluse le consulenze di tipo gestionale, scientifico e tecnico)
- manifatturiero;
- commercio di prossimità;
- artigianato (imprese iscritte all'albo delle imprese artigiane).

A seguito della ricezione di tutta la documentazione, SFIRS svolgerà l’attività di istruttoria per la selezione dei beneficiari, volta alla verifica della sussistenza dei requisiti e delle condizioni di ammissibilità, alla valutazione tecnico-economica-finanziaria e della cantierabilità dell’azione oggetto della domanda di contributo rimborsabile.
Nello specifico, procederà secondo la seguente modalità:
- SFIRS registra in ordine cronologico le domande presentate in via telematica ed effettua l'istruttoria tecnica ed economico-finanziaria, seguendo l'ordine cronologico, di tutte le domande pervenute nei tempi e con le modalità prescritte, fino ad esaurimento delle risorse stanziate.
- SFIRS trasmette periodicamente all’Autorità di Gestione un prospetto generale con allegato il modello istruttorio delle domande istruite, siano esse risultate ammissibili o non ammissibili al finanziamento.
- l’Autorità di gestione del Por Fse, avvalendosi della Segreteria tecnica del fondo, analizza e verifica le relazioni istruttorie pervenute e adotta la determinazione in merito alla concessione o al diniego del finanziamento nel termine massimo di 30 giorni dalla trasmissione della documentazione comunicando a ciascun proponente non ammesso i motivi del predetto diniego.

La SFIRS, ricevute le determinazioni da parte dell’Autorità di Gestione, predisporrà e inoltrerà agli interessati:
- la notifica della concessione (indicando l’importo del finanziamento concesso e tutte le condizioni contrattuali deliberate),
In tale ipotesi il beneficiario dovrà inviare a SFIRS, entro 20 giorni dal ricevimento della stessa, una nota di adesione contenente l’assunzione dei seguenti obblighi:
- costituire l’impresa entro 60 giorni dalla determina di concessione del finanziamento ed avviare l’attività entro i successivi sei mesi;
- applicare nei confronti dei lavoratori dipendenti le norme sul lavoro e dei contratti collettivi di lavoro;
- adempiere all'invio delle comunicazioni di assunzione, proroga,trasformazione e cessazione di rapporti di lavoro ai servizi competenti, secondo quanto definito dal Decreto interministeriale del 30 Ottobre 2007;
- adempiere alle disposizioni dell’art. 17 della L. 68/99 e ss.mm.ii., recante norme per il diritto al lavoro dei disabili, o attestazione di non assoggettabilità;
- presentare annualmente il certificato di vigenza;
- presentare annualmente la dichiarazione dei redditi;
- assolvere agli obblighi in materia di informazione e pubblicità degli interventi del POR FSE presenti nel Contratto di finanziamento;
- mantenere nell’attivo dell’impresa e nell’unità operativa del destinatario, per tutta la durata del finanziamento, i macchinari, gli impianti e le attrezzature oggetto dell’iniziativa finanziata, impegnandosi altresì a
mantenere in essere l’attività che è stata oggetto di finanziamento, nonché la localizzazione nel territorio regionale.

L’erogazione del finanziamento avverrà tramite bonifico bancario in un’unica soluzione successivamente alla stipula del contratto.

- microimprese costituende aventi forma giuridica di ditta individuale, società di persone, società a responsabilità limitata, società cooperative (diverse dal punto successivo) operanti nei settori ammissibili;
- cooperative (di tipo A e B) costituende operanti nei settori ammissibili;
- piccole imprese costituende operanti nei settori ammissibili.

Sono da considerarsi prioritarie, in coerenza con quanto previsto dalla strategia di investimento e dal Piano Operativo, le proposte che rientrano nelle seguenti categorie di attività:
- turismo (alloggio, ristorazione, servizi);
- servizi sociali alla persona (ATECO 2007 SEZIONE Q 88);
- tutela dell’ambiente;
- ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
- risparmio energetico ed energie rinnovabili;
- servizi culturali e ricreativi (servizi culturali Ateco 2007 Sezione R 90 E 91; servizi ricreativi Ateco 2007 Sezione R 93.2);
- servizi alle imprese (incluse le consulenze di tipo gestionale, scientifico e tecnico)
- manifatturiero (Ateco Sezione C);
- commercio di prossimità;
- artigianato (imprese iscritte all’albo delle imprese artigiane).

- essere disoccupati regolarmente iscritti al Centro Servizi per il lavoro competente, senza alcun sostegno al reddito per perdita dell'ammortizzatore sociale o che ancora ne fruiranno per un periodo massimo di dodici mesi dalla data di presentazione della domanda;
- essere stati espulsi dai processi produttivi del settore tessile.

Per l'accesso al fondo i requisiti soggettivi devono sussistere in capo al titolare in caso di ditta individuale e/o ai soci che detengono almeno il 51% delle quote societarie in caso di società, e uno o più di questi stessi soci devono essere amministratori della società.

Le domande di accesso al fondo possono essere presentate a partire dal 1° aprile e sino al 30 aprile 2016.

La domanda dovrà essere presentata in formato elettronico.

La stampa della domanda di finanziamento e i rispettivi allegati, debitamente firmati dal titolare o legale rappresentante, dovrà essere inviata entro i sette giorni successivi all'invio telematico, esclusivamente a mezzo raccomandata, posta celere o corriere, in ogni caso con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo:

Fondo Microcredito FSE
c/o SFIRS S.p.A.
Via Santa Margherita, 4 – 09124 Cagliari

ovvero per posta certificata (PEC) con firma digitale del proponente/legale rappresentante all'indirizzo PEC:sfirs@legalmail.it .


La stampa della domanda di finanziamento e rispettivi allegati dovranno essere corredati da tutta la documentazione obbligatoria.

- copia del documento di identità in corso di validità e del codice fiscale di tutti i soci/soggetti proponenti;
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante il possesso dei requisiti soggettivi di cui all'art. 3 dell'avviso (Allegato 2);
- dichiarazione dei redditi/CUD dei soggetti proponenti, persone fisiche (titolare e/o soci), relativi agli ultimi due anni;
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio del/i soggetto/i proponente/i attestante l'assenza di redditi (da sottoscrivere a cura dei soggetti impossibilitati ad esibire i documenti di cui alla lettera c (Allegato 3);
- scheda anagrafica rilasciata dal Centro servizi per l'Impiego;
- scheda di monitoraggio PO Sardegna FSE 2007/2013 per ciascun proponente (titolare e/o soci) (Allegato 1);
- modulo antiriciclaggio (Allegato 4);
- elenco dettagliato e/o preventivi con eventuale indicazione delle caratteristiche tecniche di impianti, macchinari e attrezzature da acquistare;

E ogni altra documentazione che il Soggetto Proponente ritenga utile ai fini istruttori.

La SFIRS potrà comunque richiedere in sede di istruttoria ogni ulteriore documentazione e/o informazione dalla stessa ritenuta necessaria ai fini dell’analisi dell’istanza di finanziamento.

Per quanto riguarda le costituende società di capitali è obbligatoria l'indicazione del garante.
In presenza di soci/soggetti proponenti extracomunitari è necessario presentare copia del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, ovvero copia della carta di soggiorno rilasciata ai familiari stranieri di cittadini comunitari.

Ufficio: Fondo Microcredito FSE c/o SFIRS S.p.A
Via Santa Margherita, 4 – 09124 Cagliari
Orari di ricevimento: Tutte le richieste di chiarimenti relative all'avviso pubblico devono essere inoltrate esclusivamente alla casella di posta elettronica dedicata: sportelloimpresa@sfirs.it

Ufficio: Per ulteriori informazioni rivolgersi agli Sportelli provinciali attivati dalla stessa SFIRS presso i seguenti Centri Regionali di Formazione Professionale, dove si riceve per appuntamento:
Cagliari: viale Trieste, 115 Tel: 070/6065587 - Cagliari, C.R.F.P. via Caravaggio sn, tel. 070/6064905 - Oristano: via Madrid, 1. Tel: 0783/773300 - San Gavino: via Roma, 257/259. Tel: 070/93762 - Carbonia: via della Costituente, 43. Tel: 0781/669429 - Sassari: strada provinciale La Crucca, 1/F – 07040. Tel: 079/399969; Fax: 079/395741 - Olbia: via Piemonte, 27. Tel: 0789/21570 - Nuoro: via dei Ragazzi del ’99, 60. Tel 0784/201496; Fax: 0784/203230 - Lanusei: ex ENAIP, strada per Ilbono. Tel: 0782/480007; Fax: 0782/482025

torna all'inizio del contenuto